L’acqua ossigenata sui capelli ha un potente effetto schiarente. Scopriamo come funziona e come rendere la chioma più chiara senza correre rischi.

Acqua ossigenata e capelli sono da sempre considerati un tutt’uno per chi sogna di schiarire la propria chioma senza dover andare dal parrucchiere. Questo prodotto, normalmente usato come disinfettante, è infatti in grado di rendere i capelli più chiari senza troppa fatica. Ciò che conta è saperla applicare nel modo corretto e, soprattutto, senza esagerare.

Come schiarire i capelli con acqua ossigenata: le regole da seguire

Come molti sapranno, l’acqua ossigenata schiarisce i capelli tanto da essere spesso presente tra gli ingredienti di tinture e prodotti analoghi. Si tratta infatti di uno dei metodi più utilizzati per schiarire i capelli naturalmente.

capelli decolorati
capelli decolorati

In genere per ottenere un buon risultato è importante utilizzare dell’acqua ossigenata che non superi la concentrazione del 3% in modo da non rischiare di bruciare i capelli.

Come fare? Dopo averli lavati come sempre si possono quindi asciugare, stando attendi a non usare prodotti in grado di ungerli. Fatto ciò, a capelli ben asciutti, si può iniziare a dividerli in ciocche applicando l’acqua ossigenata con del cotone su quelle che si desidera decolorare. Avvolgere ogni ciocca in carta forno o nella stagnola e attendere per circa 30 minuti. Sciacquare con cura i capelli e rilavarli, applicando anche del balsamo.

Prima di iniziare sarebbe meglio eseguire un test su una ciocca poco visibile. Su alcune persone, infatti, l’acqua ossigenata potrebbe agire in minor tempo. È quindi utile capire, prima di iniziare, quanto attendere per ottenere il tipo di schiaritura che si preferisce.

Consigli per schiarire i capelli nel modo giusto

Come ogni prodotto schiarente, l’acqua ossigenata può rovinare la chioma. Per questo motivo, una volta applicata, è molto importante averne maggiormente cura. Sarà quindi necessario far uso di prodotti non aggressivi e con proprietà ristrutturanti e applicare maschere emollienti e protettrici del capello. In questo modo anche il colore ottenuto si manterrà più sano senza ossidarsi.

Qualora l’effetto ottenuto dovesse stancare si possono applicare dei tonalizzanti in grado di renderlo diverso. Un esempio sono quelli che tendono al rosso e che, pur mantenendo una tonalità calda, daranno un tocco diverso. Ciò che conta è fare sempre qualche prova prima, al fine di non correre rischi.

ultimo aggiornamento: 13-07-2021


Scegliere l’abito da sposa: qual è quello giusto per te?

L’Uva Rossa è perfetta contro la cellulite. Un sapere antico trova conferma nella ricerca scientifica