I tipi di pelli esistenti sono diversi. Ecco quali sono e come agire per prendersene cura nel modo corretto.

Quando si parla di tipi di pelli si intende l’insieme di caratteristiche che compongono l’epidermide e che in base alla tipologia portano a necessità diverse per prendersene cura. Tra i vari tipi di pelle ci sono infatti quella normale, quella grassa (che può essere anche impura) e quella secca. Caratteristiche che sono spesso endogene e che vanno quindi prese in considerazione per proteggere al meglio tutti i tipi di pelle partendo proprio dalle loro necessità base.

Come riconoscere i tipi di pelle

La prima cosa da fare riguardo i tipi di pelle del viso consiste nell’imparare a riconoscere tutto sulla pelle che si ha e a quale categoria corrisponde. Per farlo, il più delle volte, basta un’attenta osservazione allo specchio.

pelle donna
pelle donna

In genere la così detta pelle normale è quella che appare sana, liscia, levigata e con un buon colore.
I pori sono fini e la struttura è compatta. Inoltre non sono presenti imperfezioni di alcun tipo.
Nonostante il punto di partenza favorevole è comunque necessario prendersene cura, curando l’igiene, idratandola e usando maschere esfolianti leggere.

La pelle grassa appare quasi sempre lucida. I pori sono dilatati e a volte può esserci la presenza di punti neri o brufoli. In quest’ultimo caso la pelle sarà anche impura. Questa andrà quindi curata con maggior attenzione cercando di riequilibrarla il più possibile.

La pelle secca, invece, appare sempre tesa i tirata, mancante della giusta idratazione e spesso con un colorito spento e alcuni segni sottili. Per averne cura è necessario proteggerla dagli agenti atmosferici, mantenerne il più possibile l’idratazione e non esporla a grandi cambi di temperature.

Saper riconoscere e trattare i diversi tipi di pelle è fondamentale per prendersene cura nel modo corretto e per migliorarne la struttura portandole a sembrare del tutto sane e prive di problemi.

Altre tipologie di pelle da conoscere

Seppur meno frequenti ci sono almeno altri due tipi di pelle che andrebbero presi in considerazione.
La prima è quella mista che presenta quindi caratteristiche della pelle secca in alcune zone del viso ed altre da pelle grassa nelle altre. Per trattarla è quindi importante agire per zone, cercando di renderla il più possibile uniforme.

Ci sono poi le pelli sensibili che necessitano di prodotti delicati. Spesso sono presenti in soggetti allergici o che hanno una pelle particolarmente provata. In genere il problema si riconosce dall’arrossamento e da altre manifestazioni che si hanno dopo l’uso di prodotti per l’igiene o del make up.

Un argomento a parte è, infine, la pelle che invecchia. Questa, a prescindere dalla tipologia iniziale (il tipo di pelle, seppur raramente può cambiare negli anni per via di diversi fattori) appare più sottile, rugosa, macchiata e con cedimenti vari. Anche in questo caso esistono prodotti da massaggiare sulle zone più critiche e da usare sempre in base al tipo di pelle che si ha in partenza.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 22-03-2022


Matita: come applicarla per avere occhi più grandi

Come infoltire i capelli in maniera naturale