Il prurito all’orecchio può rivelarsi particolarmente fastidioso. Scopriamo da cosa dipende e come agire per eliminarlo in modo semplice e immediato.

Quando si soffre di prurito all’orecchio si può arrivare a livelli di intolleranza davvero alti. Si tratta infatti di una zona del corpo che a volte può essere difficile da trattare. Cosa che avviene sopratutto quando si prova prurito ad orecchio interno e gola. Per fortuna ci sono diverse soluzioni che si possono mettere in pratica quando si hanno le orecchie che prudono. Ciò che conta è avere pazienza e agire nel modo corretto in base alla zona da trattare.

Perché prudono le orecchie? Cosa c’è da sapere a riguardo

Prima di capire come agire quando ci si trova ad avere prurito in una zona dell’orecchio può essere utile capire perché si presenta questo fenomeno.

prurito orecchio
prurito orecchio

Alla base, infatti, possono esserci problemi di vario tipo che vanno dall’allergia ad un’irritazione locale, a problemi delle orecchie fino a patologie sistemiche come l’herpes o la psoriasi.

Per questo motivo, quando ci si trova davanti ad orecchie gonfie e prurito è sempre utile chiedere subito il parere del proprio medico curante. E tutto al fine di escludere possibili problemi per i quali sono necessarie delle cure specifiche.

Come rimediare al prurito alle orecchie

Come già accennato, la prima cosa da fare in caso di prurito persistente è quella di rivolgersi al medico. A volte, infatti, l’unico modo per trovare un rimedio al prurito ai lobi delle orecchie o in altre zone è quello di comprenderne la causa e di iniziare una cura specifica. Se dal controllo del medico risulta essere tutto a posto ci si può concentrare su alcuni rimedi naturali volti a donare sollievo.

Uno tra i tanti è l’Aloe vera che introdotta nell’orecchio o spalmata nella zona che prude può disinfiammare la zona e diminuire la sensazione di prurito. Anche l’olio d’oliva si rivela un’ottimo aiuto e si può utilizzare nello stesso modo dell’Aloe.

Se le orecchie prudono solo esternamente si può usare il Tea tree oil o, in alternativa, del bicarbonato da impastare con un po’ d’acqua e da spalmare sulla zona interessata. Basterà farlo agire per qualche minuto per iniziare a sentirsi meglio.

Riproduzione riservata © 2021 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 22-11-2021


Flebite: i rimedi naturali che funzionano

6 consigli per una vita sana