Proprietà e benefici del pomelo, un frutto molto antico e ricco di proprietà, nonché l’antenato di tutti gli agrumi.

Il pomelo è un frutto sempre più diffuso, tanto che si può trovare sia nei negozi etnici che nei supermercati. Si tratta di un vero concentrato di vitamine e minerali, ricco di proprietà benefiche e dal sapore tipico degli agrumi, famiglia alla quale appartiene.

Il pomelo, infatti, è un lontano parente del pompelmo e pare sia addirittura un agrume così antico da poter essere considerato l’antenato di quelli che siamo soliti consumare oggi.
Un frutto sorprendente che arriva dalla Cina e la cui storia si è persa nel tempo ma che grazie al sapore particolare e alla piacevole consistenza, si sta facendo apprezzare sempre di più.

Pomelo: benefici e controindicazioni

pomelo spicchi
pomelo spicchi

Il pomelo è un frutto ricco di benefici ed ottimo per chi è a dieta. Per 100 grammi ha infatti solo 35 calorie. È inoltre ricco di flavonoidi, vitamina C, di betacarotene, vitamina B9, fosforo, potassio, acido folico e magnesio. Mangiarlo è quindi un’ottima scelta, sopratutto per questi motivi:

– Rafforza il sistema immunitario
– È un’antiossidante naturale
– Funge da antinfiammatorio
– Stimola la produzione di collagene
– È ottimo per digerire
– Dona concentrazione
– È un rinvigorente per i muscoli
– Regola i livelli di glicemia
– Dona energia pronta da spendere
– Regola la pressione
– Protegge l’apparato urinario
– Regola il colesterolo
– Contribuisce a far perdere peso
– Stimola la combustione dei grassi

Ovviamente, anche il pomelo può avere delle controindicazioni. Come il pompelmo è infatti sconsigliato se si fa uso di antibiotici, di farmaci chemioterapici e di anticoagulanti. Più in generale, chi assume farmaci dovrebbe quindi chiedere un parere al proprio medico curante.

Pomelo: come si mangia

Il pomelo è un frutto che si mangia al naturale. Ottimo come spuntino, si può mangiare a colazione sotto forma di succo oppure in insalata, sia come succo per condire che tagliato a pezzetti. Per molti può risultare difficile da sbucciare in quanto possiede una scorza particolarmente robusta.

Inoltre, una volta tolta la buccia è necessario eliminare anche la sottile pellicola che protegge i vari spicchi. Un passaggio un po’ macchinoso ma che sarà ripagato dal gusto del frutto che è davvero irresistibile.

TAG:
alimenti

ultimo aggiornamento: 25-06-2020


Scopriamo tutto sul melone: proprietà, benefici e ricette veloci (e gustose!)

Frutta di stagione a luglio? Ecco quali prodotti scegliere