Che cos’è il pevisone? Conosciuto anche come latte dermatologico, è un farmaco utile per contrastare alcune problematiche della pelle.

Farmaco consigliato per affrontare alcune problematiche che riguardano l’epidermide, il pevisone non deve mai essere assunto senza prescrizione e controllo medico. Vediamo, nello specifico, cos’è e come si usa la medicina, nonché se ci sono eventuali controindicazioni da tenere bene a mente.

Pevisone: cos’è e a cosa serve

Chiamato anche pevisone latte dermatologico, il pevisone è un farmaco che viene consigliato dal medico in presenza di particolari patologie che riguardano la pelle. Nello specifico, è efficace per trattare le micosi causate da dermatofiti, lieviti e muffe. Le stesse, però, devono essere caratterizzate da una potente infiammazione oppure da manifestazioni allergiche, come: eczema micotico, eczema marginato di Hebra, Herpes circinato, intertrigine, follicolite tricofitica, micosi della barba e dermatite.

E’ bene sottolineare che si tratta di un farmaco, motivo per cui va sempre utilizzato dietro consiglio del medico, seguendo con attenzione la dose indicata. Generalmente, il pevisone emulsione cutanea deve essere applicato massimo due volte al giorno, possibilmente al mattino e alla sera. E’ vietato, inoltre, bendare la zona su cui avete massaggiato la pomata. La durata del trattamento non deve superare gli otto giorni consecutivi, ma il dottore potrebbe consigliare di proseguire la terapia con un antimicotico.

Pevisone latte: prezzo e controindicazioni

Come già sottolineato, il pevisione deve essere assunto solo dietro stretto controllo del medico, specialmente se si è in gravidanza o in allattamento. Mai utilizzarlo se si è allergici ad uno o più dei principi attivi che lo compongono oppure se si hanno affezioni cutanee specifiche come varicella o herpes simplex. Per quel che riguarda il prezzo del farmaco, questo può variare da farmacia a farmacia, sia fisiche che online. In ogni modo, il costo indicativo varia tra gli 8 e i 9 euro.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 14-08-2022


Tripofobia: da dove nasce e come si cura la paura dei buchi

Omocisteina alta: cosa mangiare per regolarne i valori