Peperoncino in gravidanza: sì o no?

Mangiare peperoncino in gravidanza può far male al bambino? Ha delle controindicazioni? Scopriamolo insieme.

chiudi

Caricamento Player...

Molte donne si chiedono se sia possibile mangiare il peperoncino in gravidanza, senza mettere a rischio la propria salute e quella del bambino.

Nonostante alcuni medici sconsiglino il consumo di cibi piccanti durante i nove mesi, non ci sono studi scientifici che dimostrino con certezza che il peperoncino, il pepe e le altre spezie piccanti siano dannosi. L’importante è non eccedere con il consumo e avere un’alimentazione equilibrata durante la gravidanza.

Si può mangiare il peperoncino in gravidanza?

peperoncino in gravidanza
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/cayenne-peperoni-peperoni-rossi-2779832/

Il cibo piccante in gravidanza, quindi, non è vietato, a patto che non si ecceda con le quantità e la frequenza. Aggiungere un pizzico di peperoncino per insaporire i piatti ogni tanto, quindi, non fa danni.

La teoria secondo cui il peperoncino potrebbe stimolare le contrazioni e portare ad un parto prematuro appare infondata, in quanto per avere effetti simili bisognerebbe mangiarne quantità davvero enormi.

Infondata è anche la credenza popolare secondo la quale il bambino, nella pancia della mamma, proverebbe disgusto per il peperoncino ingurgitato: il feto, infatti, assorbe le sostanze nutritive da ciò che la mamma mangia attraverso il sangue, senza sentirne il sapore.

Peperoncino: controindicazioni in gravidanza

Il peperoncino durante la gravidanza non è vietato, ma questo non vuol dire che non possa avere delle controindicazioni. Se la futura mamma ha nausea e bruciore di stomaco, un consumo elevato di cibi piccanti potrebbe peggiorare la situazione.

Il peperoncino è sconsigliato anche a chi soffre di problemi intestinali di varia natura, emorroidi o infezioni alle vie urinarie, come la cistite. Se avete dubbi, quindi, è meglio che chiediate consiglio al vostro ginecologo.

Peperoncino in gravidanza: i benefici

Il peperoncino, se consumato in piccole dosi, può avere dei benefici anche in gravidanza. Innanzitutto, migliora la circolazione sanguigna e ha proprietà antiossidanti.

Grazie alla presenza di capsaicina, poi, facilita la digestione, perché stimola la produzione di enzimi digestivi. Infine, il suo sapore piccante dona energia e una piacevole sensazione di benessere.