Ricavato dal frutto del Citrus bergamia, l’olio essenziale di bergamotto gode di numerose proprietà benefiche. Andiamo a scoprirle.

L’olio essenziale di bergamotto è un’essenza che si ottiene attraverso i frutti del Citrus bergamia. L’origine di questa pianta è dubbia. Alcuni attribuiscono la sua scoperta a Cristoforo Colombo, che avrebbe importato la pianta dalle Isole Canarie, altri sono convinti che arrivi dalla Cina, altri ancora dalla Grecia. Questo frutto dall’origine misteriosa appartiene alla classe degli agrumi e, secondo alcuni studiosi di botanica, si sarebbe originato a partire da una mutazione genetica. Molto probabilmente avvenuta in una specie di limone o arancia.

La produzione dell’olio essenziale è una delle principali ragioni alla base della coltivazione del bergamotto, che cresce in una zona molto limitata: la maggior parte delle piante si trova nella provincia italiana di Reggio Calabria.

Le proprietà dell’olio essenziale di bergamotto

L’olio essenziale di bergamotto è un rimedio naturale molto apprezzato e ricco di proprietà benefiche.

Anzitutto, si tratta di un ottimo antibatterico e disinfettante. Per questo motivo, è in grado di trattare alitosi e infezioni del cavo orale, infezioni urinarie o nelle zone genitali e parassiti intestinali.

Bergamotto
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/bergamotto-verde-natura-frutta-4680347/

L’azione sull’intestino aiuta a ridurre problemi intestinali come il meteorismo. In aggiunta, migliora la digestione e, al contempo, anche l’appetito.

Inoltre, è in grado di agire sul sistema nervoso. Questo, ha due effetti molto importanti. Il primo, è quello calmante e rilassante, che aiuta a combattere i disturbi del sonno. Il secondo, è quello antistress e antidepressivo: aiuta a liberarsi di ansie e paure e favorisce il buonumore.

Utilizzi e controindicazioni

Esistono diversi modi di utilizzare l’olio essenziale di bergamotto. Contro le infezioni intestinali è possibile assumerlo per via orale. Tuttavia, è bene ricordare che questo tipo di essenze vanno diluite prima di essere ingerite. Il consiglio è quello di inserire un paio di gocce in un cucchiaino contenente dell’olio d’oliva, del miele o dello zucchero.

Per combattere le infezioni del cavo orale, basta effettuare degli sciacqui o dei gargarismi con dell’acqua, idealmente a temperatura ambiente, contenente delle gocce di essenza. La dose opportuna può variare ma, in generale, si consiglia di inserire due o tre gocce ogni 100ml di acqua.

In caso di infezioni urinarie o delle zone genitali, è possibile fare un bagno in dell’acqua contenente l’olio essenziale. Invece, contro stress e ansie, è considerato opportuno assumere l’essenza per via aerea, tramite un diffusore di aromi.

Utilizzando l’olio essenziale di bergamotto in maniera opportuna non dovrebbero manifestarsi effetti collaterali. Tuttavia, è bene prendere alcuni accorgimenti. Per prima cosa, è sconsigliato somministrarlo ai bambini e alle donne in gravidanza. Inoltre, è bene non esporlo direttamente alla luce solare: potrebbe avere effetti tossici. In conclusione, è meglio consultare sempre un esperto prima di utilizzare l’essenza per la prima volta.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/bergamotto-frutta-foglia-isolato-1554247/

TAG:
star bene

ultimo aggiornamento: 16-04-2020


Dolore al gomito? Scopri le cause e i possibili rimedi

I benefici della sauna per il corpo e lo spirito