Doccia: quante volte farla per una corretta igiene personale

Quante volte abbiamo realmente bisogno di fare la doccia? Il parere agli esperti che ci sorprendono con cifre differenti rispetto a quelle che ci aspettiamo.

Quante volte al giorno bisogna farsi la doccia? E’ una domanda che spesso ci poniamo ma la risposta non è sempre chiara. Ci chiediamo se, dopo una prima volta, rimetterci sotto il getto d’acqua a seguito di una camminata, un’attività sportiva o altro sia salutare. Una bella doccia può essere rilassante, tonificante e rigenerante, ma attenzione a non abusarne. Le cifre che riportano i dermatologi sono differenti rispetto a quelle dettate dalla politica di una corretta igiene.

Il parere degli esperti

Il dermatologo José Raúl González afferma che fare il bagno più volte al giorno e lavarsi molto bene è più dannoso che non fare il bagno. Il motivo, spiega, è che la frequente pulizia della pelle distrugge le barriere protettive presenti nella pelle come il mantello acido e corneo.

Della stessa opinione è anche la Dottoressa Elaine Larson, professoressa associata presso la School of Nursing, Università della Columbia (USA). Esperta anche in malattie infettive, racconta le sue ricerca sulla rivista TIME. La Larson dice che le persone pensano di fare la doccia per igiene o per essere più puliti, ma batteriologicamente non è così. Il bagno elimina il cattivo odore se si è sudati o si va in palestra. Ma dal punto di vista della prevenzione delle malattie, lavarsi le mani regolarmente è probabilmente la cosa migliore da fare.

Quante volte bisogna farsi la doccia?

doccia frequenza
Fonte foto: https://pixabay.com/it/doccia-soffione-doccia-acqua-1502736/

L’Accademia spagnola di dermatologia e venereologia (AEDV) sottolinea che la pelle riesce a sopportare solo una doccia quotidiana.

Il Dottor Brandom Mitchell, professore di dermatologia alla George Washington University (USA), va oltre. Afferma che per quanto riguarda la salute, quindi non per l’odore o per l’aspetto, fare una doccia una o due volte alla settimana è sufficiente. In quanto il corpo è una macchina naturalmente ben oliata.

Troppe docce: quali i rischi per la salute

Gli esperti, già da tempo, hanno messo in guardia sull’aumento delle malattie della pelle causate da un’eccessiva igiene.

Nel caso specifico, oltre alla frequenza, si raccomanda di evitare di lavarsi con l’acqua molto calda perché la pelle si secca troppo. Il meglio è usare acqua tiepida e pochissimo sapone (idealmente un sapone o un gel dal pH tra 5,5 e 6). Sono adatti anche quelli naturali o vegetali. Attenzione, invece, ai prodotti chimici che fanno molta schiuma. Questi shampoo e bagnoschiuma seccano, irritano e per reazione ingrassano la pelle e i capelli. Molti prodotti commerciali contengono inoltre molte sostanze cancerogene, come i parabeni, che rendono la pelle più sensibile a malattie o a eczemi.

Anche le spugne sono da evitare: meglio strofinarsi con la mano. E una volta terminata la pulizia, bisogna asciugarsi molto bene con l’asciugamano, tamponando la pelle, senza sfregarla. Ed infine idratarla con un’apposita crema o olio.

Quindi, se proprio dobbiamo farci la doccia più di una volta al giorno, o se non possiamo farne a meno, sarebbe consigliabile risciacquarsi solo con acqua o usare meno sapone possibile.

La durata ideale di una doccia

E quanto dovremmo essere sotto il getto d’acqua? Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (WHO), affinché una doccia sia sana e sostenibile non dovrebbe superare i cinque minuti.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/doccia-soffione-doccia-acqua-1502736/

ultimo aggiornamento: 06-03-2019