Ocean CleanUp Array: il Pac-man che ripulirà i nostri oceani dai rifiuti!

Ocean CleanUp Array è un Pac-man gigante che sta per essere messo in funzione con lo scopo di ripulire gli oceani dai rifiuti di plastica. Vediamo come funziona!

Ocean CleanUp Array è finalmente pronto per compiere il suo meraviglioso lavoro. Boyan Slat ha inventato la macchina in grado di mangiare, proprio come il famoso omino dei video giochi, Pac-man, tutti i rifiuti che l’uomo ha gettato in mare per anni, inquinando il sistema.

La plastica che è dispera in tutti gli oceani verrà catturata da questo enorme sistema, il quale ha subìto delle modifiche da quando è stato ideato. Dopo aver modificato il design, l’inventore promette che svolgerà il suo compito in maniera impeccabile. Vediamo insieme come funziona!

Ocean CleanUp Array: come funziona?

Il meraviglioso sistema per ripulire i mari è stato ideato da Slat circa 5 anni fa, quando era un giovane diciannovenne e in un video spiega il suo funzionamento. In seguito a qualche modifica sembra essere pronto per compiere il suo dovere. La macchina è composta da un tubo galleggiante lungo 600 metri ed è dotata di un rastrello di 3 metri all’interno che accumula i rifiuti.

Quest’ultimo è in grado di catturare dal fondo degli oceani tutti i residui di plastica che sono stati abbandonati dall’uomo. Viene fatto il riferimento al videogioco degli anni ’80 Pac-man, perché il principio è lo stesso con il quale questo mangiava i puntini.

La macchina di Boyan Slat che ripulirà gli oceani dalla plastica!

Il sistema in più è dotato di illuminazione ad energia solare, sistemi anti urto, sensori, telecamere e antenne satellitari. Quindi rimane sempre in comunicazione con la terra ferma. In seguito ad aver raccolto i rifiuti questi verranno accumulati su una nave e portati nelle apposite fabbriche di riciclaggio e con quelli che ne offrono la possibilità verrano creati nuovi prodotti. Come per esempio Adidas cha realizzato delle scarpe prodotte con i rifiuti raccolti dagli oceani.

L’adolescente Slat, in merito alla sua invenzione, avrebbe dichiarato: “Sia la plastica che il sistema vengono trasportati dalla correnteTuttavia, il vento e le onde spingono solo l’apparecchio, poiché il galleggiante si trova appena sopra la superficie dell’acqua, mentre la plastica si trova soprattutto al di sotto. Pertanto il sistema si muove più velocemente, consentendo la cattura dei rifiuti”. 

Fonte foto: https://www.instagram.com/boyanslat/?hl=it

ultimo aggiornamento: 30-07-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures