Il mirtillo rosso è una bacca selvatica che possiede molte proprietà, come quella antitumorale. Scopriamo i benefici di questo frutto.

Il mirtillo rosso, conosciuto anche come mirtillo americano, è una pianta appartenente alla famiglia delle Ericaceae ed è originaria del Nord America. Si tratta di un arbusto sempreverde che produce i classici piccoli frutti rossi. In una fase iniziale le bacche di questo frutto sono bianche e si colorano durante la maturazione, momento in cui vengono raccolte e utilizzate per produrre succhi e altri prodotti. Vediamo quindi di capire quali sono le proprietà e quali benefici può offrire all’organismo.

Mirtillo rosso: caratteristiche e valori nutrizionali

Come per molti altri frutti, anche nel caso del mirtillo rosso, esistono diverse varietà, più meno diffuse sul mercato. In generale possiamo dire che la tipologia più utilizzata e consumata è sicuramente il cranberry.

mirtillo rosso
Fonte foto: https://www.pexels.com/it-it/foto/cibo-estate-arbusto-giardino-5191143/

Questo frutto, grazie ai suoi scarsi contenuti di zuccheri e le buone quantità di fibre e vitamine, può essere introdotto in tutte le diete. Inoltre a rendere così utile il mirtillo rosso sono anche le quantità di antocianine, che donano alla bacca il tipico colore rossastro, e la mirtillina che svolge funzioni antiossidanti.

In ogni caso a rendere il cranberry così utile per l’organismo sono anche altri elementi, come il rame, quercitina, oltre la già citata vitamina C. Nello specifico possiamo dire che il rame è un ingrediente fondamentale per sintetizzare molte proteine e gli eritrociti, ossia i globuli rossi. Mentre la quercitina, oltre ad essere un potente antiossidante, rallenta infiammazioni, la proliferazione dei batteri e protegge le cellule.

Da ricordare come tratto distintivo del mirtillo rosso troviamo anche la luteina, molecola che fa parte dei carotenoidi, utile a proteggere gli occhi e la retina. Infine i mirtilli rossi contribuiscono a velocizzala la sintesi del collagene e l’assimilazione del ferro da parti dei globuli rossi.

Mirtillo rosso: i benefici

Grazie alla vasta gamma di nutrienti il mirtillo rosso è in grado di offrire molti benefici all’organismo e alla salute. Bisogna sapere che il cranberry è impiegato anche in erboristeria, dove è ingrediente fondamentale per medicinali ed estratti, indicati per problemi alle vie urinarie e cistiti. Inoltre sono molto diffusi gli integratori a base di mirtillo rosso americano utilizzati per migliorare la salute visiva. Molti studi clinici poi dimostrano l’attività benefica di questo frutto nel proteggere l’organismo dai tumori.

Quest’azione è dovuta alla capacità di inibire la proliferazione delle cellule infette, diminuendo l’infiammazione e promuovendo l’adesione e la comunicazione delle cellule. Da citare infine la protezione cardiovascolare esercitata dal mirtillo rosso. In particolare aumenta le molecole antiossidanti nel sangue e diminuisce quelle di LDL e VLDL, che producono le placche arteriosclerotiche.

Il mirtillo rosso americano è una delle migliori soluzioni per alleviare e trattare la cistite, patologia che diventa molto frequente con l’avanzare dell’età. Questa funzione protettrice del dei canali urogenitali è dovuta all’alto contenuto di proantocianidine. Si tratta di particolari molecole in grado di inibire l’adesione dei batteri alle pareti urinarie, facilitando così anche la loro eliminazione.

ciotola mirtilli rossi
Fonte foto: https://www.pexels.com/it-it/foto/cibo-ciotola-colore-da-sopra-699387/

Inoltre la mancanza di estrogeni, tipica della menopausa, predispone l’organismo a queste infezioni, ma grazie alle qualità del mirtillo rosso è possibile evitarle. Infatti si consiglia l’utilizzo di succhi di cranberry a donne e bambini proprio a scopo preventivo.

Le controindicazioni del mirtillo rosso

In generale possiamo dire che il mirtillo rosso non ha controindicazioni gravi, ma può creare interazioni con altri farmaci. In particolare, se si utilizzano farmaci anticoagulanti, è sconsigliato il consumo di cranberry. Bisogna però ricordare che se si seguono i dosaggi corretti è possibile inserire questo alimento nella propria dieta senza alcun problema. Ma raccomandiamo sempre di chiedere consiglio al proprio medico curante.

Fonte foto: https://www.pexels.com/it-it/foto/cibo-estate-arbusto-giardino-5191143/

star bene

ultimo aggiornamento: 01-01-2021


Quante calorie ha la frutta? Ecco come mantenere la linea senza esagerare

Mezcal, cos’è e come si produce l’estratto di agave