Il mieloma è una forma di tumore che colpisce un tipo di globuli bianchi normalmente preposti a formare anticorpi che proteggono dalle infezioni. Scopriamo come riconoscerlo e quali sono le cure.

Quando si parla di mieloma si intende un tumore che riguarda alcune delle cellule contenute nel midollo osseo e che di norma svolgono il ruolo di produrre anticorpi preposti a proteggere l’organismo da ogni tipo di infezione. Sebbene non sia ancora chiaro cosa causi il mieloma multiplo, si pensa che il rischio sia più grande per persone esposte a radiazioni o con familiarità alla malattia. Più in generale si tratta di un tumore che tende a presentarsi in età avanzata.

Mieloma multipli: i sintomi da riconoscere

Inizialmente, il mieloma del sangue può non dare sintomi.

mieloma
mieloma

Quando la situazione inizia a farsi più seria può però portare a problemi a carico degli organi, primi tra tutti i reni. A causa della presenza di mieloma nel midollo osseo, i normali anticorpi non riescono a svolgere al meglio il proprio ruolo e ciò può portare a sintomi come senso di affaticamento, anemia, affanno e pallore.

C’è poi una particolare predisposizione alle infezioni che tendono a risolversi meno facilmente e a diventare recidive. Ci sono poi altri sintomi come l’erosione ossea o le emorragie a carico di naso, cute e gengive.

Mieloma multiplo: diagnosi, cure e prevenzione

Il mieloma, detto anche mieloma osseo viene solitamente riscontrato quando è già in stato avanzato. Per questo motivo, la qualità della vita di chi ne soffre è già parzialmente compromessa o tende a peggiorare piuttosto in fretta dal momento della diagnosi. Al fine di accertarne la presenza ci sono diversi esami. Tra questi ricordiamo la biopsia osteomidollare, l’elettroforesi proteica sierica e le indagini radiologiche per controllare eventuali segni di erosione delle ossa.

Per quanto riguarda le cure, queste vengono messe in campo dopo la comparsa dei sintomi.
Tra quelle a disposizione ci sono la terapia di induzione a base di farmaci come corticosteroidi o immunomodulatori o il trapianto di cellule staminali. Spesso grazie a queste cure si può avere una remissione della malattia che può durare anche diversi anni. Per questo motivo, accertarsi subito di avere il mieloma e affidarsi ad un centro che se ne occupi è sicuramente il miglior modo per migliorare la propria qualità della vita.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 13-01-2022


Il CBD aiuta contro lo stress?

Che cos’è la sindrome di Asperger: sintomi, come si manifesta e diagnosi