La maschera esfoliante è un buon modo per prendersi cura della pelle e renderla più sana.

Effettuare una maschera esfoliante, significa aver cura della pelle, rigenerandola e offrendole al contempo ciò che le serve per essere sempre al meglio. Oltre ad aiutare a preparare la pelle nei cambi di stagione, la maschera è infatti un modo per rendere la stessa luminosa, liscia e morbida al tatto. Adatta a tutti i tipi di pelle, rimuove infatti le cellule morte, andando ad offrire, in base agli ingredienti scelti, altri vantaggi utili per renderla più sana.

Maschera esfoliante viso al miele: come realizzarla

Se la zona che si considera più critica è il viso, una maschera esfoliante può fare la differenza.

maschera miele
maschera miele

Una che si rivela utile per tutti i tipi di pelle è quella al miele. Questo ingrediente è infatti ricco di proprietà preziose che donano lucentezza, aiutando a regolare il sebo.

Per realizzarne una basta unire un cucchiaio di miele con due di zucchero di canna. Mescolare gli ingredienti fino ad ottenere una crema morbida e aggiungere qualche goccia di limone. A questo punto, stendere delicatamene sul viso, possibilmente con movimenti circolari (utili per attivare la circolazione) e lasciare agire per circa 20 minuti. Risciacquare e tamponare con un panno pulito.

Questa maschera aiuterà la pelle a rigenerarsi, eliminerà le cellule morte e donerà al contempo idratazione senza però rendere la pelle unta o lucida. Caratteristica perfetta sia per pelli grasse che secche.

Maschera esfoliante all’avocado: ottima per donare luce alla pelle

Un’altra maschera in grado di migliorare la qualità della pelle è quella all’avocado.

maschera avocado
maschera avocado

Per realizzarla basta schiacciare e mescolare mezzo avocado abbastanza maturo (uno se il frutto è molto piccolo) con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva (meglio se spremuto a freddo) e un cucchiaino di sale fine.

Una volta pronta, stendere sul viso e lasciare agire per circa 20 minuti. Passato il tempo, risciacquare con acqua tiepida e asciugare il viso con un panno pulito, facendo sempre attenzione a non strofinare ma a tamponare con leggerezza.

Entrambe le maschere possono essere ripetute nel tempo. In genere una o due volte a settimana sono più che sufficienti per offrire i risultati sperati e per consentire alla pelle di rigenerarsi.


Peeling acne: a cosa serve e come funziona

Come sgonfiare le gambe: le tecniche e i rimedi che funzionano