A cosa serve la mappa dei brufoli? Scopriamolo insieme e vediamo a quali organi sono collegate le zone del viso.

La lotta con i foruncoli riguarda, chi più e chi meno, tutte le donne. Sfatiamo il mito che i brufoli siano una problematica dell’adolescenza: possono comparire a qualsiasi età, specialmente se si ha la pelle grassa. In ogni modo, la mappa dei brufoli potrebbe essere davvero utile. Scopriamo a cosa serve.

Mappa dei brufoli: come funziona?

La mappa dei brufoli consente di capire, in base alla posizione sul viso, qual è la causa che ha scatenato il problema. A tutti è successo almeno una volta di avere a che fare per un tempo più o meno lungo con un foruncolo che cresce sempre nello stesso punto. Magari, proprio quando credevate di averlo salutato per sempre, torna a farvi compagnia.

In situazioni come queste, ma anche in tutte le altre, la mappatura brufoli del viso può tornare utile. Grazie a questa specie di cartina, infatti, si può scoprire qual è l’organo che sta lanciando un SOS. Se, ad esempio, il foruncolo nasce sempre sul lato della fronte potrebbe esserci un problema intestinale, mentre se è localizzato vicino agli occhi potrebbe essere colpa del fegato o della cistifellea.

Di seguito, la mappa dei brufoli a zone e i relativi consigli per debellarli:

  • fronte: ad essere in sofferenza è il sistema digestivo o la vescica. Probabilmente hai mangiato troppe farine, grassi o zuccheri. E’ consigliato bere molto e modificare la dieta, riducendo il consumo di bevande gassate, tè, caffè e cibi grassi;
  • sopracciglia: il problema è nel fegato e può essere causato dal consumo di alcolici o dall’assunzione di alcuni farmaci;
  • naso: la problematica è da rintracciare nel cuore o nei polmoni. Controllate il colesterolo e l’ipertensione arteriosa ed evitate di consumare la carne rossa e le spezie. Aumentare, al contrario, le porzioni di frutta e verdura di stagione;
  • mento: è la zona dei problemi ormonali. Generalmente, compaiono in prossimità del periodo mestruale;
  • contorno labbra: ad essere in sofferenza è l’intestino. Mangiate soprattutto fibre, frutta, verdura e alimenti ricchi di vitamine.

Brufoli sulle guance: qual è il significato?

Dopo aver visto la mappatura, in cui sono compresi anche i brufoli sotto il naso e sottopelle, vediamo cosa significa quando i foruncoli compaiono in altre zone che non sono menzionate sopra. Sulle guance la problematica potrebbe essere rintracciata nel sistema respiratorio. Se, però, si concentrano soprattutto sulla zona bassa delle guance, si tratta di fattori ormonali. Pertanto, i brufoli ai lati del viso possono avere più cause scatenanti.

Lottate da tempo con i brufoli sulle tempie? Molto probabilmente avete i reni in sofferenza. Questo significa che dovete necessariamente bere più acqua, limitando il consumo di bevande gassate e zuccherate. In ogni caso, ricordate che un’alimentazione sana e bilanciata è la scelta più saggia per combattere i foruncoli. Un’ultima precisazione è d’obbligo: la mappatura deve essere letta con un occhio critico perché non sempre i brufoli sono causati da disturbi nascosti.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 25-11-2022


Sepsi neonatale: conseguenze e cause di questa malattia

Cos’è l’ADHD, il disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività