I fagioli azuki sono dei legumi di origine asiatica, ricchi di proprietà benefiche. Scopriamo quali sono e come cucinarli.

I fagioli azuki sono un tipo di fagioli rossi tipico dei paesi orientali, molto usato nella cucina giapponese. Piccoli, lisci e di colore rosso scuro, gli azuki in Giappone sono considerati i “re dei fagioli”, per via delle loro numerose proprietà benefiche.

In Italia non sono ancora molto conosciuti, ma lo stanno diventando grazie al crescente interesse verso la cucina orientale e macrobiotica. Vediamo nei dettagli quali sono le proprietà degli azuki e come cucinarli.

Fagioli azuki: proprietà

I fagioli rossi azuki sono ricchi di minerali e oligoelementi, soprattutto zinco, potassio e molibdeno. Contengono inoltre acido folico e vitamine del gruppo B, preziose per il benessere di tutto l’organismo e in particolare del sistema nervoso. Gli azuki sono fonte di fibre e di proteine vegetali e contengono pochissimi grassi.

Fagioli Azuki
Fagioli Azuki

I fagioli rossi sono ottimi per depurare il fegato, grazie alla presenza del molibdeno, un oligoelemento che concorre alla formazione del solfito ossidasi, uno dei principali enzimi del fegato. Rispetto ai fagioli bianchi e agli altri legumi, sono più digeribili. Inoltre, contengono isoflavonoidi e fitoestrogeni, importanti per la salute del cervello e delle ossa.

Essendo fonte di proteine, sali minerali e vitamine, i fagioli rossi azuki sono particolarmente consigliati a chi segue una dieta vegana o vegetariana, per sostituire la carne.

Come cucinare i fagioli azuki rossi

Per cucinare i fagioli azuki è necessario innanzitutto metterli in ammollo per almeno 6-8 ore, come si fa con tutti i legumi secchi. Secondo la tradizione giapponese, nell’acqua dovrebbe essere messo anche un pezzetto di alga kombu.

Dopo l’ammollo, i fagioli rossi vanno cotti per circa mezz’ora in acqua bollente non salata, meglio se insieme all’alga kombu. Una volta cotti, possono essere usati per preparare zuppe, insalate, polpette e burger vegetariani, oppure per condire pasta, riso e cereali. Insomma, possono sostituire tranquillamente gli altri tipi di legumi.

Il loro sapore è leggermente dolciastro, per questo in Giappone sono utilizzati anche per preparare l’anko, una crema di azuki usata per farcire i dolci.

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.

TAG:
alimenti chiedilo alla nonna vetrina

ultimo aggiornamento: 25-12-2019


Tutto sui carciofi: le proprietà, i benefici e come cucinarli

Neurogastronomia: cos’è e come coinvolge il gusto e la memoria