In caso di diverticolite, la dieta rappresenta una delle cure fondamentali per poter vivere senza dolori costanti.

Quando si soffre la diverticolite, la dieta viene immediatamente curata al fine di donare sollievo e di evitare che il problema si complichi. Questa patologia è infatti data da un’infiammazione che interessa appunto i diverticoli. Questi sono a loro volta delle piccole dilatazioni che si possono formare lungo il tubo digerente e che, in alcuni casi, possono essere congeniti. In presenza di diverticoli si parla di diverticolosi mentre la diverticolite è l’infiammazione acuta dei diverticoli. In entrambi i casi, la dieta è un aspetto fondamentale della cura.

Perché è importante seguire una dieta in caso di diverticoli

Soffrire di diverticoli significa andare facilmente incontro a nausea, vomito, dolori forti e febbre.

diverticoli
diverticoli

A ciò si possono aggiungere anche complicazioni gravi come perforazione o emorragie intestinali.
In genere, la fase acuta viene trattata con alimentazione liquida, terapia antibiotica e in casi più estremi con l’operazione. Più in generale si può dire che in caso di diverticolosi, cosa mangiare è l’aspetto fondamentale.

Una sana alimentazione è infatti in grado di ridurre notevolmente i sintomi e di far sì che la situazione non si aggravi. Non per niente, tra le cause più comuni della diverticolite c’è proprio un’alimentazione scorretta. In caso di diverticoli, cosa mangiare è quindi estremamente importante.

Diverticolite: cosa mangiare

Quando si soffre di diverticolite la dieta consigliata è solitamente a base di alimenti sani e il più possibile non trattati. La prima cosa da inserire sono ovviamente le fibre date da frutta e verdura.
È inoltre importante idratarsi per bene, seguire un’alimentazione con pochi zuccheri e consumare cibi cucinati in modo sano e quindi al vapore, alla griglia, nella pentola a pressione o con pentola antiaderente.

Si dovrebbero quindi ridurre al minimo i fritti e tutti quegli alimenti che sono normalmente sconsigliati per vivere bene.Anche i cibi irritanti sono da evitare e a questi si aggiungono i cibi grassi.

Una dieta per diverticolosi, dovrebbe quindi prevedere una colazione a base di latte magro con cereali integrali.

Il pranzo dovrebbe essere composto sempre da cereali integrali come pasta o riso da accompagnare con verdure e frutta fresca mentre la cena può essere a base di proteine magre e verdure.
Gli spuntini possono essere a base di frutta e come condimenti si dovrebbe preferire sempre l’olio extra vergine d’oliva. Ovviamente queste sono solo linee indicative ed una dieta corretta andrebbe sempre vista con un nutrizionista che sia a conoscenza della specifica situazione clinica e di eventuali altre patologie.
Infine, per star meglio, è consigliato fare movimento, evitare la vita sedentaria e bere molta acqua.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

Dieta

ultimo aggiornamento: 19-02-2022


Entesite: di cosa si tratta, le cause e come si cura

Asma da sforzo: come riconoscerla e quali sono le cure