Qual è la differenza tra semipermanente e gel? Scopriamola insieme e vediamo se cambia qualcosa anche da un punto di vista estetico.

Rispetto a tanti anni fa, oggi è possibile avere delle mani sempre in perfetto ordine. Il merito, ovviamente, è dell’ultima generazione degli smalti, che resistono all’acqua e perfino agli agenti chimici. Vediamo qual è la differenza tra semipermanente e gel, i due prodotti che vanno per la maggiore, nonché quale dei due è più indicato per la salute delle unghie.

Qual è la differenza tra semipermanente e gel?

C’è differenza tra semipermanente e gel? Certo che sì, altrimenti non avrebbero avuto nomi diversi. Innanzitutto, è bene sottolineare che sono entrambi smalti di ultima generazione. Questo significa che durano molto di più di quelli che venivano commercializzati anni fa. Non è un caso se, negli ultimi tempi come non mai, è quasi impossibile avere mani poco curate, con smalto sbeccato o mangiucchiato. Anche se si hanno unghie fragili non c’è problema, la ricostruzione con tip esiste anche per questo. Tornando allo smalto semipermanente o gel, vediamo quali sono le principali differenze.

Mentre il semipermanente si può applicare anche sulle unghie naturali, il gel si riferisce alla ricostruzione delle stesse. Questo significa che il primo è uno smalto a lunga durata, mentre il secondo è un vero e proprio trattamento che, proprio grazie a questa sostanza gelatinosa, consente di allungare e dare una nuova forma all’unghia.

Oltre a questa differenza, ce n’è un’altra che non possiamo non sottolineare: il semipermanente può durare tra i 10 e 15 giorni, mentre il gel fino a 30 giorni. Trascorso questo tempo, il semipermanente va tolto e rimesso, mentre il gel consente di procedere con il refill, ovvero il semplice ritocco alla base dell’unghia.

Unghie, gel o semipermanente: cosa è meglio?

Chiarita la differenza tra l’uno e l’altro, una domanda sorge spontaneo: per la salute delle unghie, è meglio il gel o il semipermanente? Il gel, affinché non sia dannoso, deve essere eseguito da una professionista esperta onicotecnica. Il semipermanente, invece, può essere applicato da chiunque, anche a casa a patto che si possegga la lampada UV. Per quel che riguarda la salute delle unghie, è bene sottolineare che uno stop ogni tanto è largamente consigliato, in modo da far ‘respirare’ anche questa parte del corpo.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 22-04-2022


Ricostruzione unghie con tip: come avere mani sempre perfette

Cura dei capelli: gli step necessari per mantenerli sani