Problemi alla pelle? Ecco come affrontare la dermatite atopica con la fitoterapia e con i rimedi della nonna.

La dermatite atopica è un’infiammazione della pelle di causa immunitaria. Spesso compare nei neonati o nella primissima infanzia, ma non sono rari i casi in cui la dermatite atopica colpisca gli adulti. Questo disturbo tende ad avere delle precise fasi in cui si sviluppa: periodi in cui regredisce quasi totalmente e altri in cui invece si aggrava. Scopriamo insieme le cause, i sintomi e i rimedi che possiamo adottare per combattere la dermatite atopica.

Le cause e i sintomi della dermatite atopica

Questa infiammazione cutanea è una malattia multifattoriale: sono diversi i fattori che possono scatenarla. Si tratta principalmente di una reazione allergica provocata da un problema del sistema immunitario, ma si presuppone che esista anche una componente ereditaria. La dermatite atopica può presentarsi a causa dell’esposizione ad allergeni alimentari o per infezioni della cute.

Inizialmente si presenta come una semplice secchezza, prurito e arrossamento della zona, nella fase acuta della malattia invece, chi soffre di dermatite atopica può presentare uno o più di questi sintomi: eritema, eczema, vescicole, prurito, ispessimento della pelle, formazione di ragadi e desquamazione. Per colpa delle lesioni, è possibile che la pelle sia soggetta a infezioni batteriche. Per questo motivo è importante mantenere la cute integra.

Le dermatiti si questa natura possono facilmente cronicizzarsi e ripresentarsi anche nell’età adulta, in caso ciò avvenisse è probabile che la situazione si aggravi e che la dermatite si espanda anche al viso, palpebre e sulla testa.

Dermatite
Dermatite

Come prevenire la dermatite atopica: tutti i consigli

Contro questa malattia infiammatoria della pelle, si possono adottare alcuni stratagemmi per alleviare i sintomi e, in alcuni casi, prevenirla. Dal momento che la cute è particolarmente delicata, bisogna fare in modo da non stressarla ulteriormente. Evitate quindi i lavaggi eccessivi, perché rischieresti di danneggiare la protezione naturale della pelle, inoltre meglio non applicare creme, profumi o lozioni emollienti che potrebbero attivare l’insorgere dello sfogo.

Inoltre, utilizzate sempre acqua tiepida e detergenti naturali, ricordando di non strofinare la pelle per asciugarla. Anche l’abbigliamento utilizzato ha la sua importanza: meglio preferire fibre naturali a contatto con la pelle, quindi scegliere abiti in cotone o in seta, evitando i tessuti sintetici. Lavate poi i vestiti con detersivi delicati, come il sapone di Marsiglia.

Come curare la dermatite atopica

La prima cosa da fare per sapere come curare chi soffre di pelle atopica è quella che passa dalla diagnosi: dovete sempre recarvi dal vostro medico di fiducia in questi casi che, probabilmente, vi prescriverà una visita dermatologica per centrare il problema in tempo brevi. la cura poi varia a seconda della gravità dello sfogo, per dermatite acuta si consiglia di sospendere i lavaggi per un periodo in modo che la pelle si asciughi (potrete solo effettuare un lavaggio a secco) e accompagnarlo a una medicazione specifica.

Ci sono poi alcune sostanze naturali che possono alleviare i sintomi della dermatite atopica, rimedi naturali per la dermatite che, tuttavia, deve sempre essere prima condivisa con il proprio dottore. Dopo la doccia, applicate sulla pelle una crema a base di calendula o di malva. Entrambi questi rimedi favoriscono l’idratazione della cute, prevenendo le lesioni causate dalla malattia.

Una buona tisana alla liquirizia e alla piantaggine aiuta invece a lenire il prurito. Consigliamo tre tazze al giorno per un paio di settimane, in modo da ridurre i sintomi della dermatite. Infine l’olio di borragine può essere un ottimo alleato contro la malattia: la sua azione antinfiammatoria è infatti molto nota.

Come funziona il lavaggio a secco per la dermatite atopica

Tamponare viso
Tamponare viso

Nel caso il vostro medico decida di consigliarvi di utilizzare la tecnica del lavaggio a secco con soluzione di Permanganato di Potassio i passaggi da seguire sono i seguenti:

  • Prendere un panno di cotone bianco pulito e bagnarlo con la soluzione.
  • Strizzare accuratamente il telo in modo che rimanga umido e non troppo bagnato.
  • Partire ora a passare il telo su tutto il corpo (o nelle zone più soggette a dermatite) facendo attenzione a non sfregare troppo.
  • Non serve, e non dovete, effettuare alcun risciacquo, aspettate che la pelle si asciughi e poi vestitevi tranquillamente.

Questo trattamento, precisiamo nuovamente, deve essere consigliato esclusivamente da un medico che vi indicherà anche quante volte al giorno applicarlo (solitamente non più di una). In caso non vedeste miglioramenti dopo qualche tempo è meglio tenersi in contatto con un esperto.

TAG:
chiedilo alla nonna rimedi naturali

ultimo aggiornamento: 17-04-2021


Dermatite alle mani: cos’è, quali sono le cause e come si cura

Malattia del sonno: di cosa si tratta e come riconoscerla