Finito gennaio e le feste, è importante disintossicare l’organismo. Vediamo come depurarsi a febbraio.

Ufficialmente le feste di Natale e Capodanno finiscono il 6 gennaio e da quel momento dovremmo tornare alle nostre sane abitudini alimentari. In verità, tuttavia, spesso ci ritroviamo per tutto il mese di gennaio a mangiare il panettone e tutti gli altri dolci avanzati.

Il vero detox, quindi, è da rimandare al mese successivo. Certo, a febbraio ci sono Carnevale e San Valentino, ma non si possono prolungare troppo gli eccessi! Tra l’altro, sgonfiarsi ed eliminare le tossine non è poi così difficile. Vediamo quali sono le regole da seguire per depurarsi a febbraio.

Come depurarsi a febbraio

Acqua calda
Acqua calda

1. Bevi tisane detox. Il modo migliore per disintossicare il corpo dalle tossine e allo stesso tempo combattere il freddo è bere tante tisane detox. La più buona ed efficace è quella a base di zenzero e limone, ma è ottimo anche il semplice tè verde (senza zucchero, ovviamente).

2. Elimina gli zuccheri. Per depurarsi e dimagrire bisogna purtroppo rinunciare agli zuccheri e non ci riferiamo solo allo zucchero da aggiungere a tè, caffè e tisane, ma anche alle caramelle, ai dolci e alle bevande gassate.

3. Riduci i carboidrati. Anche i carboidrati sono zuccheri, ma non devi eliminarli del tutto. Limitati a mangiare un po’ di pasta o riso a pranzo, senza pane.

4. Mangia cibi integrali. Per depurarsi dalle tossine bisogna assumere molte fibre, che sono contenute nei cereali integrali.

5. Rinuncia agli alcolici. Gli alcolici contengono zuccheri e intossicano il fegato. Due ottime ragioni per non berli.

6. Mangia cibi liquidi. Una volta a settimana, mangia solo cibi liquidi, come zuppe, vellutate, frullati di frutta e verdura.

7. Fai spuntini a base di frutta. Non mangiare la frutta a fine pasto, ma a metà mattina e a metà pomeriggio, come spuntino tra un pasto e l’altro.

8. Fai la sauna. La sauna e il bagno turco aiutano ad eliminare le tossine attraverso il sudore. Astieniti, però, se soffri di pressione bassa.

9. Un sonno regolare. Quante volte ve lo siete sentito dire? Ebbene, ve lo ribadiamo: senza un buon sonno ristoratore (di circa 8 ore) difficilmente riuscirete a raggiungere gli obiettivi di benessere che vi siete prefissati.

10. Cammina. Infine, fai tante passeggiate all’aria aperta, vai a piedi a lavoro e lascia la macchina a casa ogni volta che puoi.

TAG:
chiedilo alla nonna star bene vetrina

ultimo aggiornamento: 03-02-2020


Scopriamo la luffa, una spugna naturale ed ecologica

Svegliarsi la mattina è un trauma? 5 trucchi per riuscirci