Capire cosa mangiare in allattamento è molto importante per prendersi cura al meglio della salute del neonato. Ecco quali sono i cibi da preferire e quali quelli che è meglio evitare.

Per ogni neo-mamma, chiedersi cosa mangiare in allattamento è più che normale. Si tratta infatti di una preoccupazione legata al benessere del bambino che in questo periodo della vita è ancora strettamente dipendente da come si nutre la madre. La scelta di determinati alimenti è infatti molto importante per migliorare il suo benessere e per evitare problemi. E questo perché l’alimentazione durante l’allattamento è strettamente legata al nutrimento che arriva al bambino attraverso il latte materno.

Cosa mangiare durante l’allattamento

Per rendere al meglio questo prezioso periodo della vita della neo mamma e del bambino è molto importante concentrarsi su cosa mangiare quando si allatta.

mamma e bambino
mamma e bambino

Per prima cosa è importante conoscere la frequenza di assunzione dei pasti. Questi, infatti, dovrebbero essere divisi nei tre principali (colazione, pranzo e cena) e in due spuntini da effettuare nel corso della giornata. Le quantità non dovrebbero mai essere esagerate in modo da evitare di andare incontro ad indigestioni. Inoltre è molto importante continuare ad idratarsi al meglio per tutto il giorno.

Andando ai cibi da preferire, è bene ricordare frutta e verdura, cereali integrali (e in quantità moderate), carne e pesce ben cotti, uova, latticini, legumi e grassi buoni come l’olio extra vergine d’oliva.
Ogni pasto dovrebbe essere inoltre ben bilanciato. Mentre il quantitativo di calorie dovrebbe essere almeno di 350 in più rispetto al fabbisogno calorico della madre.

Cosa non mangiare in allattamento

Ovviamente, esistono anche degli alimenti da evitare durante l’allattamento.
Questi sono in primis gli alcolici (compresi vino e birra) e tutto ciò che è stimolante come il caffè, il tè o il cioccolato. Si dovrebbero limitare inoltre gli zuccheri, i fritti e gli insaccati.
Anche i cibi industriali non sono considerati idonei e questo perché un’alimentazione sana risulta sempre più adatta al benessere del bambino.

In caso di dubbi, rivolgersi ad un nutrizionista esperto in maternità può rappresentare un buon modo per capire come gestirsi durante tutto il periodo dell’allattamento. Un modo per agire con serenità e senza inutili ansie.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 21-03-2022


Che cos’è la cico diet e come funziona?

Cosa mangiare prima di correre per ottenere i risultati migliori