Gastrite: ecco quali sono gli alimenti sì e quelli no

La gastrite può avere diverse cause, tra cui un’alimentazione scorretta. Vediamo quali sono gli alimenti da mangiare e quali quelli da evitare.

La gastrite è un disturbo molto fastidioso, caratterizzato da dolore, bruciore e acidità di stomaco. Le cause possono essere diverse, ad esempio lo stress, la cattiva alimentazione, l’assunzione di alcuni medicinali o un’infezione da Helicobacter Pylori.

Per una cura adeguata è ovviamente fondamentale rivolgersi ad un medico, il quale saprà individuare la causa del mal di stomaco. In ogni caso, è sempre consigliabile seguire una dieta per la gastrite, evitando alcuni cibi che possono peggiorarne i sintomi. Vediamo quali sono.

Gastrite: i cibi da evitare

dieta per gastrite
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/bistecca-rumpsteak-raw-manzo-grill-2975323/

Innanzitutto, bisogna evitare gli alimenti ricchi di grassi, che possono aumentare la secrezione di acido da parte dello stomaco, come la carne e i pesci grassi e/o conservati, i formaggi grassi (soprattutto quelli fermentati, come il gorgonzola), la frutta secca, le fritture e i condimenti pesanti.

Altri cibi da evitare con la gastrite sono quelli acidi, come i pomodori, gli agrumi, il caffè, il tè, le bibite gassate, il vino e in generale tutti gli alcolici. Dannosissime sono le spezie, in particolare il pepe. Anche il latte, i dolci e gli alimenti raffinati possono peggiorare il bruciore di stomaco. Infine, bisogna eliminare dalla dieta tutti i cibi che provocano aria nell’intestino, tra cui i broccoli, i cavoli, le cipolle e i legumi.

Cosa mangiare con la gastrite

Oltre ad evitare i cibi che provocano acidità di stomaco, è utile consumarne alcuni che, invece, tamponano i fastidi. Tra questi troviamo la carne bianca, il pesce magro, i formaggi freschi light, il pane integrale, il riso e la pasta integrali e cotti al dente e in generale tutti i cibi ricchi di fibre.

La frutta da scegliere è quella non acida e ricca di antiossidanti, come le mele, i fichi e le banane. Molto importante, poi, è cuocere gli alimenti in modo semplice, ad esempio al vapore, al forno o al cartoccio.

Ricevi gli ultimi aggiornamenti, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 02-01-2018

Federica Maria Ferrara