A causa di tutte le fake news circolanti sul web è necessario fare chiarezza: quanto resiste il coronavirus sulle superfici? Che misure di sicurezza posso adottare? Scopriamolo.

Con il coronavirus che si sta diffondendo sempre di più, l’essere colpiti non è più l’unica cosa a cui è necessario fare attenzione. Infatti, insieme alla malattia, si stanno diffondendo anche moltissime fake news. In particolare, queste notizie false riguardano la trasmissibilità e la resistenza del coronavirus. Fortunatamente, in mezzo alle molte notizie poco attendibili, è possibile trovare anche le parole e le affermazioni di esperti o di fonti autorevoli.

La resistenza del coronavirus sulle superfici

Nell’ultimo periodo, sono apparse in rete notizie fasulle riguardanti una presunta resistenza del coronavirus sulle superfici di scarpe e giubbotti. Tuttavia, come affermato da un dottore dell’Università di Milano, sebbene il virus possa realmente resistere su queste superfici, quando lo fa presenta una «carica infettante irrisoria».

molecola virus
Fonte foto: https://pixabay.com/it/illustrations/virus-microscopio-infezione-1812092/

Altri commenti ci giungono anche da Roberto Burioni, medico specializzato in immunologia e allergologia. Secondo lui, il virus non sopravvive a lungo sulle superfici. Infatti dopo un periodo di un giorno per la carta, di due per la plastica e tre per il metallo, la carica infettante diventerebbe trascurabile.

Come comportarsi: le precauzioni contro il coronavirus

Nonostante la resistenza del coronavirus sulle superfici con le quali abbiamo a che fare tutti i giorni sia relativamente limitata, due o tre giorni sono abbastanza per contrarre il virus. Di conseguenza, è necessario prendere delle precauzioni.

Fortunatamente, quando parliamo di plastica e metallo, parliamo di superfici semplici da pulire. È sempre bene dedicare almeno un momento del proprio tempo a prendersi cura della propria casa, disinfettando le superfici con le quali abbiamo a che fare ogni giorno, come per esempio il piano cucina.

Inoltre, ci sono tanti piccoli accorgimenti che possiamo adottare per salvaguardare il nostro benessere e quello di chi ci sta intorno. Una soluzione potrebbe essere quella di lasciare giacche, scarpe, mascherine, guanti e tutto ciò che potrebbe essere stato contaminato al di fuori della zona della casa in cui viviamo, quindi del salotto, della cucina e della camera da letto.  

Non dimentichiamoci di lavarci le mani e fare attenzione anche alle superfici a cui potremmo dare meno peso: ricordatevi di disinfettare il vostro smartphone quotidianamente.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/illustrations/coronavirus-virus-paradenti-4817450/

TAG:
chiedilo alla nonna star bene vetrina

ultimo aggiornamento: 25-03-2020


Con o senza attrezzi, su YouTube o tramite app: ecco come allenarsi a casa

Dermatite da contatto nei neonati: cos’è, come trattarla, come risolverla