Tutto sul corbezzolo, un frutto dalle molteplici proprietà

Andiamo alla scoperta del corbezzolo, frutto autunnale dalle tante proprietà

Un frutto autunnale sconosciuto ma dalle molteplici proprietà: andiamo alla scoperta del corbezzolo.

Oggi parliamo del corbezzolo, uno sconosciuto frutto autunnale di origine mediterranea. Queste bacche di colore rosso e giallo, con spesse protuberanze sulla superficie, hanno diverse proprietà che aiutano il nostro organismo, soprattutto a livello intestinale e dell’apparato escretore.

Sebbene la maggior parte delle persone non sia famigliare con il frutto prodotto dalla pianta Arbutus unedo, un arbusto sempreverde, durante la stagione autunnale, periodo in cui le bacche giungono a maturazione, bisognerebbe avere questo frutto sulla propria tavola.

Il corbezzolo e le sue proprietà

Pianta di corbezzolo
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/frutto-albero-natura-foglia-ramo-3045547/

Il corbezzolo è un frutto dalle molteplici proprietà, offerte non solamente dai suoi caratteristici frutti, del diametro di circa due centimetri, ma anche da fiori, foglie e radici dell’arbusto stesso. Tra le sue caratteristiche principali ricordiamo anzitutto il suo alto contenuto di vitamine e antiossidanti, fondamentali per il nostro organismo.

Inoltre, non vanno dimenticate le sue proprietà antinfiammatorie. Non solamente la composizione nutrizionale del frutto di Arbutus unedo fa sì che le bacche abbiano ottimi effetti antinfiammatori su intestino e fegato, ma aiutano anche a combattere cistite e infiammazioni urinarie.

Tuttavia, l’effetto delle bacche sulle vie urinarie è trascurabile. Se si vuole davvero combattere la cistite o altre infiammazioni è necessario utilizzare le sue foglie, anche in combinazione con altre piante. Un esempio potrebbe essere l’uva ursina, altra pianta alleata dell’apparato escretore.

Eliminare i liquidi in eccesso è un altro dei numerosi compiti del nostro organismo che vengono sostenuti dal corbezzolo. Come nel caso della cistite, è consigliabile assumere un infuso delle sue foglie se si vuole ottenere l’effetto drenante. Le foglie sono anche in grado di abbassare la pressione sanguigna e favorire la circolazione, per la quale è utile anche la cannella, senza dimenticare che aiutano fegato e bile nel loro compito.

Ricordiamo inoltre il potere astringente della pianta, ottima alleata in caso di diarrea. Non bisogna poi scordarsi del miele di corbezzolo, che ha effetti balsamici e antisettici.

Usi e controindicazioni

Il corbezzolo è un frutto che può facilmente essere abbinato a diverse ricette. Yogurt, gelati, dessert, macedonie e anche, se lasciati da soli, semplici spuntini. Perché siano buoni e le sue proprietà si manifestino, è necessario nutrirsene a maturazione avvenuta. Solitamente essa avviene tra ottobre e dicembre e, per rendersene conto, basta guardare il colore: i frutti maturi sono di un rosso intenso.

Nonostante le grandi proprietà, è necessario non consumarne eccessivamente. Mangiarne una quantità ridotta fa bene, mangiarne troppi può causare problemi all’apparato digerente. Evitare il frutto in caso di stipsi e, se si assumono farmaci, chiedere consigli al medico in quanto il frutto potrebbe disturbarne il corretto funzionamento.  

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/frutto-albero-natura-foglia-ramo-3045547/

ultimo aggiornamento: 20-01-2020