Scopriamo tutto quel che c’è da sapere su congiuntivite e cura. Dai sintomi ai primi rimedi da mettere in atto.

Quando si parla di congiuntivite e di cura in grado di risolverla velocemente è sempre molto importante partire dal presupposto che nella maggior parte degli occhi, questo problema si presenta a causa di stimolazioni esterne o di allergie. Per questo motivo è molto imparare a distinguere una congiuntivite occasionale da una ricorrente in modo da allertarsi e cercare eventuali cause per la seconda opzione.
In ogni caso è sempre importante trovare dei rimedi rapidi per la congiuntivite all’occhio, in modo da eliminare ogni possibile fastidio.

Sintomi e cause della congiuntivite

Davanti ad una congiuntivite improvvisa, le prime cause da considerare sono solitamente quelle di tipo batterico. È infatti molto probabile che il problema si presenti in presenza di virus e di infezioni.

congiuntivite e cura
congiuntivite e cura

In altri casi, il problema può derivare da irritazioni provocate a loro volta da sfregamenti o da corpi estranei nell’occhio. E, da non dimenticare mai, ci sono poi le cause legate a possibili allergie che è sempre bene riconoscere al fine di non far diventare cronico il problema.

Detto ciò, ci sono dei sintomi che aiutano a riconoscere in fretta una congiuntivite. Tra i più comuni ci sono l’arrossamento degli occhi, l’aumento della lacrimazione, il fastidio nel tenere aperti uno o entrambi gli occhi, il gonfiore delle palpebre, la sensibilità alla luce, il prurito e la vista appannata.
In loro presenza è sempre molto importante rivolgersi al proprio medico al fine di cercare sia le cause che la giusta terapia.

Come curare la congiuntivite

Per la congiuntivite la terapia dipende solitamente dalle cause. Per quella infettiva ad esempio si può attuare un periodo di osservazione in quanto nella maggior parte dei casi rientra spontaneamente. Se ciò non avviene si può passare a dei colliri antibiotici ed in grado di risolvere il problema.

Per quella allergica si rivelano preziosi gli antistaminici e antinfiammatori mentre per quella causata dall’uso di lenti a contatto, spesso basta evitarne l’uso o far uso di lacrime artificiali o di colliri.
In ogni caso, la scelta più importante è quella di indagare al fine di scoprire le cause effettive. Solo così si potrà infatti curare al meglio il problema e sperare di evitare che si ripresenti in futuro.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 20-08-2022


Burnout: cos’è, significato e sintomi della sindrome da stress cronico

Iperinsulinemia: di cosa si tratta e come riconoscerla