Tutto sulle ciliegie: benefici, proprietà e varietà più diffuse

Tutto sulle ciliegie: ricche di vitamine, sali minerali e antiossidanti, sono ottime per ricaricarsi con il caldo e per proteggersi dai radicali liberi.

Le ciliegie fanno bene, sono buone e perfette da gustare in tutti i modi! Insomma, sono un frutto davvero magico, ma siete sicuri di conoscere tutte le proprietà? Sono un frutto tipico della stagione calda, ricche di vitamine e sali minerali. Si distinguono per il loro colore rosso e per il sapore che varia dal dolce all’acidulo. Ci sono molte varietà in commercio, come ad esempio il durone nero di Vignola o le ciliegie di Ferrovia.

Una volta acquistate vanno consumate nel giro di pochi giorni perché queste vengono raccolte nel momento in cui hanno raggiunto la piena maturazione. Potete, dunque, mangiarle al naturale per apprezzarne appieno la loro bontà, oppure utilizzarle nella preparazione di marmellate e gelati. Ottime anche per la preparazione di pietanze salate come la selvaggina.

Ciliegie: valori nutrizionali e calorie

Parliamo di calorie: le ciliegie fanno ingrassare? Contengono 38 calorie per 100 grammi, dunque come sempre il consiglio è quello di mangiarne, ma senza eccedere! Inoltre, la presenza di vitamina A, B e di sali minerali, come ferro, calcio, magnesio e potassio, oltre che di oligoelementi come rame e zinco, le rende particolarmente energetiche.

Ciliegie albero
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/ciliegie-frutta-albero-vendemmia-839864/

Vediamo nel dettaglio tutti i valori nutrizionali di questo frutto, sempre in base a 100 g:

  • Acqua 86,20 g
  • Carboidrati 9 g
  • Zuccheri solubili 9 g
  • Proteine 0,8 g
  • Grassi 0,1 g
  • Colesterolo 0 g
  • Fibra totale 1,30 g
  • Sodio 3 mg
  • Potassio 229 mg
  • Ferro 0,60 mg
  • Calcio 30 mg
  • Fosforo 18 mg
  • Vitamina B1 0,03 mg
  • Vitamina B2 0,03 mg
  • Vitamina B3 0,50 mg
  • Vitamina C 11 mg

Proprietà delle ciliegie

Come abbiamo già accennato, questi piccoli frutti contengono tantissime Vitamine, soprattutto A e C, nonché sali minerali, carboidrati e il levulosio, uno zucchero che è perfetto per chi soffre di diabete!

La presenza di antiossidanti le rende ottime per contrastare i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento della pelle. Inoltre, hanno anche proprietà antinfiammatorie e sono un toccasana per il cuore.

Contengono anche un buon quantitativo di flavonoidi, che combattono i livelli di colesterolo nel sangue, e grazie alla presenza di acido malico stimolano l’attività del fegato.

Ottime anche per rimanere in forma e depurare l’intestino grazie alle proprietà diuretiche e leggermente lassative (quindi è sempre meglio non esagerare).

Per quanto riguarda le ciliegie in gravidanza, nessun problema! Assicuratevi soltanto di non fare indigestione e non mangiarne troppe, e al tempo stesso accertatevi della loro provenienza. Infine, non dimenticatevi di lavarle!

ciliegie
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/ciliegie-frutta-red-sweet-ciliegia-422468/

Ciliegie: periodo di raccolto e metodo di conservazione

Il periodo di raccolta delle ciliegie coincide con l’esplosione della primavera e l’arrivo dell’estete, ovvero tra maggio e giugno. Questi frutti non devono essere acquistati acerbi perché, a differenza degli altri, non maturano dopo il raccolto.

Dopo averle raccolte o acquistate, riponetele in un luogo fresco e lontano dall’umidità, altrimenti il caldo le farà andare a male. L’ideale è metterle in cantina o in frigorifero, tenerle in un sacchetto di carta e mai nel sacchetto di plastica da cui magari le avete acquistate.

Tipi di ciliegie: varietà più comuni

Le ciliegie hanno un sapore molto deciso con un retrogusto acidulo e una consistenza tra il morbido e il croccante. Esistono diverse varietà di questo frutto che, oltre a variare leggermente nel gusto e nella consistenza, variano anche nel colore che oscilla tra il giallo e il rosso intenso, quasi nero.

Le varietà di ciliegio più comuni che si possono trovare nei supermercati o nei mercati all’aperto sono principalmente due: il Prunus avium, o ciliegio dolce, e il Prunus Cerasus. Dal primo derivano le tenerine, dalla polpa morbida, e le duracine dalla polpa più soda.

Dal prunus cerasus, invece, nascono le amarene, marasche e visciole. Queste sono più “acide” e meno amate dai bambini, ma trovano un ampio utilizzo nella preparazione dei dolci o dei gelati.

ciliegie
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/ciliegia-cestino-bacca-mature-2554364/

Tra le tantissime varietà, si possono apprezzare anche le famose ciliegie Durone (o ciliegie di Vignola), un frutto molto grosso dal colore rosso-nero, caratterizzato da una polpa soda e croccante e dal gusto dolce ed intenso e la Ferrovia, una ciliegia grossa dal colore rosso brillante, con la polpa soda e rosata.

ultimo aggiornamento: 22-05-2019