Esistono dei rimedi naturali per cicatrici, per renderle meno visibili? Bisogna avere ben presente quale tipo di cicatrice si tratta, e poi ecco come fare!

Quando si hanno delle cicatrici si tende a nasconderle o si cerca di non mostrarle per un fattore estetico. Se vi creano imbarazzo, potete ricorrere a dei rimedi naturali per attenuare, o addirittura far scomparire del tutto, cicatrici recenti e non troppo profonde. Poi ovviamente conta il tipo di cicatrice che si ha, e dove è sul corpo. Ci sono dei prodotti naturali, come ad esempio l’olio di mandorle o il limone che sono ottimi per rendere la pelle più elastica e stimolare il rinnovamento cellulare.

Vediamo quali sono i migliori rimedi naturali per cicatrici per renderle meno visibili a seconda del tipo, dalle più lievi a quelle più profonde.

Rimedi per cicatrici: i tipi

Prima di procedere con i rimedi, è bene sapere quali sono i tipi di cicatrici che più sono usuali. Ce ne sono tre: ipertrofiche, cheloidee e atrofiche.

Le prime si formano per l’eccessivo produzione di tessuto connettivo dovuta a una ferita, in genere profonda. Le seconde sono in genere molto più grandi della ferita, e vengono nelle aree del corpo dove c’è maggior tensione e in soggetti che sono fortemente predisposti, in particolare a chi ha la carnagione più scura. Infine le atrofiche vengono in punti del corpo dove è venuta a mancare la presenza di collagene, creando un avallamento. Queste sono le cicatrici comuni per chi ha sofferto di acne o anche varicella.

Cicatrici ipertrofiche: i rimedi naturali

Cicatrici
Cicatrici

-L’acqua di rose ha un ottimo potere cicatrizzante. Si rivela molto utile nell’attenuare le piccole ferite recenti. Potete acquistarla già pronta, oppure prepararla in casa con i petali: fate bollire per 15 minuti una ventina di petali nell’acqua distillata e fate attenzione a non far uscire il vapore perché altrimenti rischiate che vadano perdute tutte le sostanze benefiche dei petali. Spegnete poi il fuoco e lasciate raffreddare, senza mai togliere il coperchio. Infine, tamponate dove necessario senza risciacquare.

-Applicate del succo di limone sulla cicatrice. Questo contiene alfa idrossiacidi, che aiutano a rimuovere le cellule epiteliali morte e stimolano la crescita delle nuove cellule. Di conseguenza avrete una pelle più elastica e la cicatrice pian piano si schiarirà.

-Da provare anche l’amla, conosciuta con il nome di uva spina indiana, è ricca di vitamina C e un ottimo antibatterico. Se applicata su una ferita guarita, aiuterà la stimolazione cellulare. Un’altra delle magiche proprietà di questo frutto è quella di proteggere il sistema immunitario.  Aiuta, dunque, a prevenire le malattie ed è molto utile nei casi di sbalzi di temperatura, influenze e raffreddori.

Cicatrici cheloidi: i rimedi naturali

-Un vero portento i massaggi e i trattamenti a base di olio di mandorla. Questo prodotto viene utilizzato da sempre ed è uno dei pochi che assicura dei risultati visibili sia per le cicatrici lievi che per quelle più profonde. Se unito a dell’olio di oliva svolge un’azione portentosa ridando pian piano elasticità alla pelle.

-Anche il miele è utile per rendere le cicatrici meno visibili. Se unito a qualche goccia di limone aumenta la sua efficacia. Mescolate i due ingredienti insieme e lasciate agire per una ventina di minuti e infine sciacquate.

Cicatrici acne: i rimedi naturali

-L’acqua di cocco è un portento per la stimolazione di collagene, perché è ricca di sali minerali, vitamine e antiossidanti. Bisogna applicarla sulla cicatrice almeno due volte al giorno, per poi vedere in pochi giorni i benefici.

Acne
Acne

-Un altro rimedi naturale è l’olio di vitamina E, anche indicato per la pelle secca e per nascondere le macchie sulla pelle. Si procede con mettere alcune gocce di olio su un batuffolo di cotone e poi si applica sulla cicatrice ogni sera prima di andare a dormire. Farà effetto di lì a poco.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 08-02-2022


Trucco da serata romantica: i dettagli sui quali puntare

Scrub ai piedi: a cosa serve e come effettuarlo in modo naturale