Come coprire i capelli bianchi uomo? Vediamo quali sono le soluzioni migliori, sia naturali che non e, soprattutto, quanto durano.

Come coprire i capelli bianchi nell’uomo? Ci sono diversi rimedi naturali parecchio efficaci, ma anche tinte che sono prive di ammoniaca. Ovviamente, si può ricorrere anche alla colorazione classica oppure ai colpi di sole, che sono sempre di moda. Vediamo quali sono le soluzioni più efficaci e che durata garantiscono.

Capelli bianchi uomo: rimedi per coprirlo

Anche se negli ultimi anni vanno di moda, alcuni uomini potrebbero voler coprire i capelli bianchi. Invece che ricorrere alle classiche tinte, potete optare per alcuni rimedi naturali che donano un effetto parecchio naturale. Senza ombra di dubbio, il primo alleato per combattere la chioma sale e pepe, sia per i maschietti che per le femminucce, è l’hennè. E’ una sostanza in polvere completamente naturale che, mescolata all’acqua, si trasforma in un composto che va applicato sull’intera capigliatura. Per la scelta del colore che si adatta maggiormente a voi, chiedete consiglio all’erborista di fiducia. Ricordate che l’henné non serve solo a tingere i capelli, ma anche a rafforzarli e rinfoltirli. Il suo effetto dura circa un mese.

Per coprire i capelli bianchi dell’uomo è valido anche il tè nero. Consigliato soprattutto per quanti partono da una base castana e hanno poche ciocche argentate, si prepara mettendo in infusione quattro bustine di tè in un litro d’acqua. Appena il composto è freddo utilizzatelo per sciacquare i capelli dopo il classico shampoo. Ripetendo il trattamento una volta a settimana, otterrete riflessi mogano molto naturali.

In alternativa, optate per l’indigo, un ‘fratello’ dell’hennè che si prepara allo stesso modo. Indicato specialmente per capigliature scure, dona anche luminosità e lucentezza. La durata del trattamento è di circa un mese.

Colorazione capelli bianchi uomo: dal naturale al ‘chimico’

Se avete i capelli biondi, il rimedio naturale più indicato è la cara e vecchia camomilla. Dopo aver preparato l’infuso con quattro bustine di camomilla, aspettate che sia freddo per fare un impacco da tenere in posa dieci minuti. Ricordate: l’impacco va fatto dopo lo shampoo e non va risciacquato, ma bisogna procedere con la classica piega. Così come il tè nero, anche in questo caso potete ripetere il trattamento una volta a settimana, ottenendo splendidi riflessi ambrati. In alternativa, per ottenere un ottimo riflessante potete preparare un decotto a base di rosmarino o di salvia.

Per un risultato un po’ più alla moda dovete optare per i colpi di sole. Consigliati soprattutto a coloro che hanno pochi capelli bianchi, è vietato il fai da te. Per un risultato eccellente è richiesta la mano del parrucchiere, oppure di una persona esperta. Infine, se non volete usare tinte chimiche, ricordate che in commercio ci sono anche colorazioni che non contengono ammoniaca.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 28-09-2022


Peeling con acido glicolico: cos’è e come funziona

Unghie per Halloween: 5 idee da provare in modo fai da te