Benefici dell’avocado

Tutti i benefici dell’avocado: il frutto miracoloso in grado di apportare molteplici principi nutritivi all’organismo.

chiudi

Caricamento Player...

L’avocado è un frutto esotico proveniente principalmente dalle regioni calde di Israele, Messico e Guatemala. Ultimamente il suo utilizzo si è diffuso molto in Italia e non solo per il suo sapore particolare, ma anche per tutti i benefici in grado apportare all’organismo. Grazie alle sue molteplici proprietà e all’elevato contenuto di vitamine e sali minerali è in grado di contribuire al benessere fisico di vari organi, di rallentare l’invecchiamento e di nutrire la pelle. Scopriamo quali sono tutti i benefici dell’avocado.

I benefici dell’avocado: un nutriente completo in grado di aiutare il corpo a sentirsi meglio.

L’avocado è un frutto altamente energetico e ricchissimo di grassi buoni in grado apportare notevoli benefici all’organismo grazie ad esempio all’elevato contenuto di magnesio e potassio. Questi due sali minerali sono infatti fondamentali per il corpo in quanto contribuiscono alla prevenzione del rischio di ipertensione. Inoltre, l’avocado apporta notevoli benefici anche alle donne in gravidanza, poiché essendo ricco di acido folico contribuisce allo sviluppo del feto. Si consiglia dunque di consumare almeno mezzo avocado al giorno per coprire parte del fabbisogno giornaliero di acido folico.

L’avocado è anche un potente antiossidante e contribuisce quindi al rallentamento dell’invecchiamento aiutando la pelle a rimanere morbida e levigata. Questo frutto miracoloso riesce dunque a proteggere la pelle per il suo alto contenuto di Vitamina A e Vitamina E, due potenti antiossidanti le cui proprietà aiutano la pelle a mantenere la sua elasticità e ne rallentano l’invecchiamento. L’avocado è anche in grado di diminuire la presenza di colesterolo nel sangue grazie alla presenza di acido grasso linoleico e Omega 3, ovvero i cosiddetti grassi benefici in grado di stimolare la produzione di colesterolo buono (HDL) ed inibire invece il deposito del colesterolo cattivo (LDL).