Il nostro corpo è una macchina capace di ottenere risultati strabilianti. Tuttavia, non può sempre farcela da solo. Ecco alcuni consigli per aiutarlo nel processo di autoguarigione.

Al giorno d’oggi, facciamo ricorso ad antibiotici e medicinali anche per un semplice raffreddore, ignorando completamente le capacità del nostro corpo. L’autoguarigione è un processo reale, anche in caso di patologie molto impegnative.

L’autoguarigione è un processo spontaneo, messo in atto dall’organismo in maniera autonoma. Infatti, la tendenza del nostro corpo è quella di mantenersi sempre in equilibrio. Purtroppo, l’equilibro non è sempre facile da raggiungere. Quando gli squilibri sono numerosi, il processo potrebbe rivelarsi lungo e tedioso. Tuttavia, possiamo aiutare il nostro organismo nel percorso dell’autoguarigione: scopriamo come.  

Autoguarigione, tutto comincia dalla mente

Ragazza sdraiata sui fiori
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/ragazza-aiuola-fiori-letto-mentire-828607/

Tutto comincia dalla mente, anche il processo di autoguarigione. La chiave di tutto è pensare positivo, sempre. I pensieri negativi possono influenzare negativamente il nostro organismo, rendendolo più vulnerabile alle malattie. Di contro, i pensieri positivi e propositivi aiutano a formare nuovi collegamenti neurali, a stimolare l’attività celebrale e, di conseguenza, a stimolare cambiamenti positivi, tra cui anche la guarigione.

Inoltre, è molto importante saper individuare i propri bisogni. Non si tratta tuttavia dei bisogni superficiali, bensì di quelli più profondi e reali. Per individuarli è necessario un atteggiamento di apertura mentale. È fondamentale saper accettare le proprie emozioni, per quanto bizzarre possano essere.

Oltre ai propri bisogni, bisogna prestare attenzione ai problemi. Ammettere di avere un problema, affrontarlo, da soli o chiedendo aiuto a qualcuno, può essere un primo passo verso l’autoguarigione.

Prendersi cura di sé stessi

Il nostro corpo è una macchina capace di ottenere risultati strabilianti. Tuttavia, non può sempre farcela da solo, soprattutto se con il nostro comportamento gli remiamo contro. È quindi necessario aiutarlo, capire le sue necessità e assecondarlo.

Tra i fattori più importanti dei quali dobbiamo tenere conto figurano l’alimentazione e l’attività fisica. Una corretta alimentazione e un’attività fisica costante possono fare meraviglie in termine di salute, ma non sono le uniche cose di cui tenere conto.

Infatti, è molto importante ridurre lo stress, concedendosi del tempo per sé stessi ogni giorno, magari speso meditando e in altre attività che rilassano corpo e mente. Bisogna evitare ad ogni costo rabbia, invidia e altre emozioni negative, circondandosi solamente di persone che se apprezzano e con le quali si hanno rapporti positivi.

Infine, per poter stimolare un processo come quello dell’autoguarigione, è necessario esprimere sempre le proprie emozioni. Tenersi tutto, alla lunga, ha solamente effetti negativi.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/ragazza-aiuola-fiori-letto-mentire-828607/, https://pixabay.com/it/photos/danza-yoga-meditazione-donna-3134828/

TAG:
star bene

ultimo aggiornamento: 21-02-2020


Rimedi per il raffreddore: uno studio sostiene che l’aerosol sarebbe inutile

I migliori rimedi naturali per curare il raffreddore