Autoabbronzante: tutti i trucchetti per risultati al top

Un ottimo modo per vedersi più belli e sani è usare l’autoabbronzante: ecco come preparare la pelle e alcuni piccoli consigli

chiudi

Caricamento Player...

Per una pelle nuova, morbida, rinnovata, elastica e luminosa l’autoabbronzante non basta. Vi occorrerà anche un buono scrub. Lo dice anche il primario dell’unità operativa di dermatologia e cosmetologia dell’Istituto San Raffaele di Milano. “Con l’esfoliazione non solo si eliminano le cellule morte in superficie, ma garantiamo ai prodotti applicati successivamente un maggiore successo: con la pelle pulita questi penetrano più in profondità e i benefici sono più duraturi”.

Dopo lo scrub è importante idratare bene la pelle

Una volta fatto lo scrub, con un prodotto apposito e con un guanto esfoliante, procedete con l’idratazione.

Scegliete una crema non troppo unta, che si assorba completamente nel giro di qualche minuto.Poi è ora dell’autoabbronzante: in commercio ne trovate moltissimi, in mousse, crema, latte. Potete scegliere quello che preferite e che si adatta meglio al vostro tipo di pelle.

Un fattore importantissimo da tenere in considerazione è il vostro colore di partenza: non compratene uno troppo scuro se siete molo chiare di partenza. Allo stesso modo, se siete mediterranee potete anche azzardare una tonalità più scura, altrimenti c’è il rischio che non si veda.

Se avete poca dimestichezza potete anche sceglierne uno graduale. In questo modo il colore si svilupperà con le applicazioni. E’ quello più a prova di errore.

Volete un colorito dorato ma non avete tempo di fare una corsa al supermercato? Per ottenere una pelle color caramello per una serata speciale potete anche sfruttare la normale crema idratante. Vi basterà aggiungere della polvere del vostro solito bronzer alla crema e mescolare bene.

Potete scegliere tra la terra abbronzante, il fard oppure potete addirittura aggiungere del fondotinta liquido. In questo modo riuscirete anche a camuffare qualche piccola imperfezione delle gambe.

Ricordate solo di evitare ad ogni costo i vestiti bianchi e di fare attenzione alle pieghe del corpo: mani, gomiti, e ginocchia.