Dipendenza e assuefazione: cos'è e la classifica delle droghe da evitare

Come stare alla larga dalle sostanze che creano dipendenza?

Alcune sostanze si possono comprare liberamente, altre hanno bisogno di prescrizione medica, ma tutte creano il fenomeno dell’assuefazione. Capiamo il funzionamento della dipendenza!

Purtroppo non sempre la verità sui prodotti che causano assuefazione e dipendenza viene spiegata nei dettagli. Alcune di queste sostanze sono state perfino legalizzate e altre possono essere assunte senza divieti ma previa prescrizione medica. Dalle più gravi come la cocaina e l’eroina fino a quelle camuffate come poco dannose come alcool, barbiturici, ansiolitici, nicotina. Perfino il caffè nasconde qualcosa che, se pur in maniera ridotta, influenza il nostro organismo in senso psicologico e fisico!

Assuefazione psicologica e fisica, come funziona?

Con la parola droghe si designano tutte quelle sostanze che alterano il sistema nervoso centrale causando danni temporanei o permanenti. Purtroppo nella società di oggi alcune sono addirittura legalizzate.

Parlaimo di alcool, sigarette, ansiolitici, barbiturici, sonniferi, ma non solo. Anche bevande come caffè e tè causano delle reazioni minime ma pur sempre dannose per il nostro benessere. Come fare per prevenire il malessere, le conseguenze negative per mente e corpo, nonché portafoglio? Ancora una volta la risposta è… la conoscenza.

assuefazione
Fonte foto: https://pixabay.com/it/triste-ragazze-inversione-di-sole-2182545/

Sapere la verità evita i rischi di assuefazione, di dipendenza psicologica e fisica.

• Per assuefazione si intende quel meccanismo scaturito dopo l’assunzione per cui c’è bisogno di aumentare la dose per avere lo stesso effetto.

• Con dipendenza psicologica, invece, intendiamo il bisogno di ingerire nuovamente la sostanza. Da qui scaturisce la forte ansia e il malessere mentale fino al momento della “somministrazione”.

• Infine, quella fisica che riguarda appunto le reazioni del corpo come mal di testa che sperimenta un utilizzatore. Solo ingerendo di nuovo il “prodotto” si proverà un sollievo momentaneo da tale malessere.

Dunque, se prevenire è meglio che curare allora è meglio conoscere bene per saperle evitare una volta per tutte!

Dipendenza da droghe, ecco la classifica

Si è parlato ultimamente di forte dipendenza da internet o da videogiochi per gli adolescenti di oggi… Ma cosa dire di quella da tabacco, spinello o alcool altrettanto dannose per la persona? Ad intervenire stilandone una classifica chiarificatrice è stato un team di medici del Royal College of Psychiatrists del Regno Unito.

Al primo posto come livello di danni psicologici e fisici ci sono eroina, cocaina e nicotina. Seguite subito dopo da barbiturici, e medicinali simili, da alcool, marijuana o hashish.

alcool
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/occhiali-la-tostatura-cheers-alcool-919071/

All’ultimissimo posto troviamo bevande come caffè, tè, coca-cola i cui effetti sono davvero minimi, ma pur sempre percepibili! Infatti, una volta compreso a fondo il funzionamento di tali sostanze sarà anche più facile osservare la frenesia e l’euforia di un bambino di fronte ad una bottiglia di coca-cola… Un po’ sospetto per una semplice bevanda per piccoli, non trovate?

ultimo aggiornamento: 01-09-2019