L’arnica montana è un ottimo rimedio naturale contro dolori di varia natura. Vediamo quali sono le sue proprietà terapeutiche e come utilizzarla.

L’arnica montana è una pianta erbacea che cresce spontaneamente nei prati, molto diffusa in Europa e in America, facilmente distinguibile dai suoi fiori con petali gialli. Fin dall’antichità è conosciuta per le sue proprietà medicinali, che la rendono ottima per curare contusioni, dolori articolari e ferite.

In erboristeria viene usata per produrre pomate, gel e integratori. Vediamo quali sono tutte le sue proprietà e come utilizzarla.

Arnica: proprietà terapeutiche

arnica
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/arnica-arnica-appuntita-fiore-fiori-1603658/

L’arnica ha proprietà antiflogistiche ed è quindi molto efficace per curare ferite da traumi di vario tipo, come contusioni, ecchimosi, distorsioni, contusioni, ematomi, strappi, versamenti articolari e flebiti. È utile anche per lenire il dolore dovuto a fratture ossee e i dolori reumatici. Inoltre, l’arnica ha proprietà disinfettanti e antinfiammatorie.

Per i dolori dovuti a traumi si consiglia di utilizzare l’arnica in crema o gel, da applicare sulla parte dolorante più volte al giorno. In caso di dolori muscolari o articolari più estesi, è possibile assumere integratori in compresse, da acquistare in farmacia. In questo caso, il dosaggio va stabilito da un medico in base alla gravità del problema.

Molto efficaci sono anche le tisane e i decotti a base di arnica, da preparare usando i fiori freschi della pianta, acquistabili anch’essi in erboristeria.

Arnica: controindicazioni

Come tutti i rimedi naturali, anche l’arnica può avere effetti collaterali e controindicazioni. Innanzitutto, se ne sconsiglia l’uso in gravidanza e allattamento, soprattutto sotto forma di pasticche e tisane. Va usata con cautela anche in caso di pressione alta, perché potrebbe farla alzare ulteriormente e causare un aumento della frequenza cardiaca.

Le pasticche, le tisane e il decotto non sono adatte a chi soffre di problemi intestinali come il colon irritabile, il morbo di Crohn e le ulcere. La pomata non va applicata sulle ferite aperte e la pelle irritata. Infine, in soggetti predisposti la pianta potrebbe provocare reazioni allergiche.

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/arnica-arnica-appuntita-fiore-fiori-1603658/

TAG:
rimedi naturali

ultimo aggiornamento: 31-10-2018


Yoga e fotografia: il progetto per combattere i disturbi alimentari

Guselkumab: arriva in Italia il farmaco per curare la psoriasi!