L’acido clorogenico è un composto fenolico. Scopriamo quali sono gli effetti benefici e le controndicazioni.

Quando si parla di acido clorogenico (CGA), si intende un composto che fa parte della famiglia dei polifenoli. Questi sono degli antiossidanti che si trovano solitamente nei vegetali e che vengono quindi assunti attraverso l’alimentazione.
Il nome chimico di questo composto è acido 3-caffeilchinico e come facilmente intuibile dal questo, prende il nome dal caffè ed in particolare da quello verde. Ecco, quindi, tutto quel che è importante sapere sull’acido glorogenico verde e sugli effetti che ha sull’organismo.

Acido clorogenico: dove si trova

Iniziamo dalla curiosità più grande che riguarda i vegetali in cui è possibile trovare questo prezioso polifenolo. In primis, si può trovare nel caffè verde.

caffè verde
caffè verde

È però presenta anche nel mate e in altri vegetali come le mele, le melanzane, i mirtilli, le arachidi, i pomodori, le patate, le prugne e le pesche.
Andando all’acido clorogenico e alle opinioni circa la sua assunzione attraverso i cibi, questa è solitamente positiva.

Come già accennato si tratta infatti di un antiossidante che, in quanto tale, consente di combattere i radicali liberi aiutando l’organismo nello svolgere a pieno anche altre funzioni. Per dare un’idea del suo ruolo, si può dire che aiuta ad assorbire gli zuccheri dopo un pasto, che ha effetti ipotensivi e che contribuisce (in caso di dieta) alla perdita di peso e all’aumento delle prestazioni durante l’attività fisica.
Tra le altre cose, sembra avere anche ottimi effetti antinfiammatori e per questo molto utili all’organismo.

Acido clorogenico ed effetti collaterali

Come ogni componente che viene assorbito ed elaborato dall’organismo, anche l’acido clorogenico ha delle controindicazioni che è importante conoscere. Sebbene sia di norma ben tollerato, se assunto in grandi quantità può portare all’aumento dei livelli di omocisteina nel sangue che a sua volta rappresenta un rischio per la salute del cuore.

È inoltre controindicato in caso di allergia al caffè verde o ai suoi derivati. Ed è importante sapere che la sua assunzione può interferire con quella di alcuni farmaci come, ad esempio, gli ipoglicemizzanti orali. Prima di assumerlo, soprattuto in caso di patologie, è quindi molto importante chiedere un parere al proprio medico curante.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 08-09-2022


SOS cistite: i migliori rimedi naturali

Argilla bianca: proprietà e come usarla