Che cos’è il pucker maculare? Si tratta di patologia dell’occhio che può anche essere piuttosto pericolosa: scopriamo sintomi e cura.

Il pucker maculare, chiamata anche membrana epiretinica, è una patologia dell’occhio che colpisce soprattutto le persone over 70. E’ una malattia piuttosto importante che, se non presa in tempo, può compromettere la vista. Scopriamo quali sono i sintomi e qual è lacura.

Pucker maculare: cause e sintomi

Chiamata anche membrana epiretinica, il pucker maculare è una malattia che colpisce l’interfaccia vitreo-retinica. Un po’ come la cataratta, che diminuisce la vista offuscandola, questa patologia dell’occhio vede la formazione di uno strato di cellule che provoca una trazione non naturale sulla retina. E’ bene sottolineare che si manifesta soprattutto in pazienti che hanno più di 70 anni e che, nella maggior parte dei casi, è causato dall’invecchiamento dell’occhio. La malattia, poi, porta alla formazione di cellule di varia naturale, come: macrofagi, cellule gliali ed epitelio pigmentato.

La membrana epiretinica, oltre all’età, può essere provocata da infiammazioni oculari, trombosi venose della retina, varie forme di maculopatie oppure da interventi chirurgici nella zona dell’occhio. I sintomi sono facilmente riconoscibili: diminuzione dell’acuità visiva, visione doppia, difficoltà di messa a fuoco e visione degli oggetti in dimensione ridotta o aumentata.

Il pucker maculare e la cataratta sono simili perché entrambi provocano un’alterazione della vista, ma sono comunque due malattie ben distinte.

Pucker maculare: quando operare?

Per diagnosticare la patologia è necessaria una visita oculistica specialistica. In un primo momento, il medico sottoporrà il paziente alla griglia di Amsler, ovvero un test che consente di valutare la presenza della malattia. In seguito, sarà necessaria una tomografia a coerenza ottica. Si tratta di un esame strumentale che permette di individuare lo stato di trazione esistente a carico della retina. Il pucker maculare prevede un’unica terapia: l’intervento di vitrectomia. Come ha dimostrato Antonello Venditti, che proprio in questi giorni è stato operato per membrana epiretinica, l’operazione non è complicata e permette di tornare a vedere alla perfezione. La chirurgia si rende necessaria quando la patologia è in stato avanzato.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 23-04-2022


Salmone affumicato in gravidanza: si può mangiare o è solo una leggenda?

Malva in gravidanza: tutto quel che c’è da sapere a riguardo