Il progesterone in gravidanza è molto importante. Si tratta infatti di un ormone che aiuta a gestire al meglio il periodo dell’attesa e la salute del bambino.

Il periodo della gravidanza è estremamente delicato. E per questo motivo è necessario tenere sotto controllo diversi valori. Il progesterone in gravidanza è uno di questi. Si tratta infatti di un ormone che blocca la reazione immunitaria della donna e che evita anche le contrazioni uterine, rendendo di fatto più sicuro e sereno il periodo della dolce attesa. Scopriamo quindi quali sono le cose da sapere riguardo la presenza del progesterone in gravidanza, a cosa serve e quali sono gli effetti collaterali.

L’importanza del progesterone in gravidanza

Quando si parla di ormoni, sono in molti a chiedersi a cosa serve il progesterone in gravidanza. In realtà i motivi per cui si rivela un ormone importante sono diversi e tra questi i più importanti sono:

donna in gravidanza
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/mani-incinta-donna-cuore-amore-2568594/

– L’assenza di ovulazione dal momento in cui si instaura la gravidanza
– Il corretto impianto dell’embrione
– Il blocco della reazione immunitaria nella donna
– L’assenza di contrazioni uterine
– La corretta crescita del feto

Il progesterone basso in gravidanza può quindi determinare svariati problemi per la salute del feto, sopratutto nelle primissime fasi. Per questo motivo è sempre bene verificare i valori di progesterone nella gravidanza iniziale. Se troppo bassi, infatti, spesso si rende indispensabile l’integrazione di quest’ormone al fine di rendere più agevole tutto il percorso della gravidanza.

Gli effetti collaterali del progesterone

Ovviamente, trattandosi di un ormone, l’assuzione di progesterone in gravidanza può comportare degli effetti collaterali di vario tipo che è sempre bene conoscere in anticipo al fine di prepararsi e di non entrare inutilmente in apprensione. Tra questi è bene ricordare:

– Cefalea
Vertigini
– Senso di nausea
– Irritabilità
– Insonnia
– Orticaria
– Acne ed altri problemi della pelle
Ritenzione idrica
– Aumento di peso
– Dolori al basso ventre
– Alterazioni della libido
– Perdite vaginali
– La possibile diagnosi tardiva di un aborto

Come sempre, visti anche i tanti effetti collaterali, è consigliabile quindi affidarsi ad un medico del quale si ha fiducia e che sia in grado di spiegare per bene ogni singolo cambiamento di questa fase così importante e delicata.

Fonte foto di copertina: https://pixabay.com/it/photos/mani-incinta-donna-cuore-amore-2568594/

TAG:
gravidanza

ultimo aggiornamento: 05-12-2020


I 10 migliori rimedi naturali per combattere la tosse secca e grassa

Ipertrofia dei turbinati, come combattere questa malattia?