Come prendersi cura della pelle al mare: applicare una protezione solare prima dell’esposizione e rinnovarla ogni volta che si fa il bagno.

Quando si è sotto il sole non bisogna mai abbassare la guardia perché i raggi solari sono nascosti anche dietro le nuvole e possono provocare gravi ustioni o insolazioni.  Per evitare di rovinare l’abbronzatura o di rovinarsi le vacanze perché ci si brucia la pelle bisogna nutrire e proteggere la pelle in ogni momento della giornata. Vediamo dunque, come prendersi cura della pelle al mare.

Prendersi cura della pelle al mare: dolci trattamenti nutrienti e protezione continua prima e dopo aver preso il sole.

Per arrivare in spiaggia con la pelle perfettamente protetta adottate una strategia d’anticipo che potrà migliorare di gran lunga l’efficacia della protezione. Applicate la protezione solare in crema o in olio su tutto il corpo prima di andare al mare aiutandovi magari con uno specchio così non dimenticherete di coprire nessuna zona. In questo modo la protezione avrà tempo di assorbirsi con calma e funzionerà alla perfezione. Naturalmente, quando siete in spiaggia o in piscina fate il bagno un po’ di protezione andrà via, dunque provvedete ad applicarla nuovamente prima di essere aggrediti dai raggi UV. Naturalmente, evitate di esporvi al sole nelle ore di punta, quindi tra le 12 e le 14 e dedicate piuttosto quest’arco temporale a un pranzetto salutare in un locale sul mare.

Dopo l’esposizione lavate la pelle con un bagnoschiuma specifico doposole e dopo aver asciugato la pelle non dimenticate mai di stendere un doposole in olio o in crema così da restituire elasticità e nutrimento alla pelle disidrata dal sole. Massaggiare con cura ogni area del corpo, in particolare dove notate che la pelle tira un po’ perché vuol dire che in quella zona ha preso più sole ed è un po’ bruciata.


Prendersi cura della pelle prima del mare

Pigments: Come avere capelli alla moda