La pliometria è un sistema di allenamento che si basa su esercizi di aerobica. Scopriamo come funziona questo metodo utilizzato da molte celebrità.

La pliometria è una metodologia di allenamento nata negli anni ’50 dal preparatore atletico russo Yury Verkhoshansky. Di recente è stata abbracciata da diverse celebrità, prima fra tutte Jessica Biel. Questo schema si focalizza sull’aumento della velocità e della potenza muscolare, raggiungibile con movimenti ed esercizi rapidi. Nello specifico la pliometria si divide in tre fasi differenti, ovvero eccentrica, di ammortizzazione e concentrica. La prima è costituita da esercizi per il rapido allungamento muscolare ed è seguita da un breve riposo. L’ultima parte dell’allenamento sfrutta l’energia incamerata in precedenza per effettuare movimenti rapidi. Vediamo come sono strutturate queste fasi e quali sono gli esercizi della Pliometria.

Pliometria: tipologie di esercizi

Come abbiamo detto la pliometria è una metodologia di allenamento che si divide in tre fasi, ma quali sono gli esercizi che bisogna eseguire? In generale lo schema di allenamento è costituito da movimenti che interessano sia la parte superiore, sia la parte inferiore del corpo. Alcuni esempi possono essere gli squat jump, almeno due o tre serie da dieci ripetizioni, e affondi alternati con le ginocchia.

Per quanto riguarda la parte superiore, fanno parte della Pliometria i classici allenamenti funzionali, ovvero sessioni di burpee o di flessioni in cui si battono le mani. In ogni caso questa particolare metodologia è utile a tonificare tutto il corpo e favorisce l’eliminazione delle calorie in eccesso.

Come massimizzare i risultati della pliometria

Un modo per massimizzare i risultati della Pliometria è quello di associare a questo sistema altre metodologie di allenamento. Infatti, secondo uno studio condotto dall’Università di Rennes e di Tunisi, combinando la Pliometria con il metodo HIIT l’efficacia dell’allenamento aumenta.

I risultati della ricerca evidenziano come, non solo è possibile eliminare le calorie in eccesso, ma aumentare la massa magra in meno tempo. In ogni caso, prima di intraprendere la Pliometria o un altro metodo di allenamento, è fondamentale chiedere consiglio ad un personal trainer esperto. Questo perché è importante ridurre il rischio di danneggiare articolazioni e muscoli con il fai da te.

TAG:
fitness

ultimo aggiornamento: 21-09-2020


Vasca di deprivazione sensoriale, cos’è e come funziona il floating

Addio alla stitichezza con i consigli della nonna