San Valentino: le origini e perché si festeggia

14 Febbraio le origini ose’ della festa degli innamorati

chiudi

Caricamento Player...

 

San Valentino si festeggia da anni, anzi da secoli, è una delle feste più popolari al mondo, i ristoranti pullulano di clienti, le casse delle gioiellerie e dei negozi di articoli da regalo si riempiono come succede solo poche altre volte durante l’anno.

Il 14 Febbraio è il giorno dedicato all’amore, gli innamorati si dichiarano vicendevolmente e nei modi più romantici possibile i propri sentimenti scambiandosi fiori, anelli, gioielli seduti al tavolo di un bellissimo ristorante addobbato per l’occasione. Tutto esageratamente molto romantico.

 

Ma le origini della festa sono tutto tranne che romantiche!

 

San Valentino
San Valentino

 

Quali sono quindi le origini della festa degli innamorati?

Specifichiamo innanzitutto che da principio la festa di San Valentino era ben diversa dall’essere la celebrazione dell’amore, nasce infatti da un rito pagano i cui valori erano molto lontani da quelli cristiani, valori sui quali si è poi basata la ricorrenza che festeggiamo oggi.

Il rituale pagano, dalle cui ceneri è poi nata la festa cristiana, era assai poco casto, si celebrava la festa pagana della fertilità e si commemorava il 15 e non come oggi il 14 febbraio. I Lupercali, nome del rituale pagano, in onore al dio romano Lupercus, fauno cacciatore di ninfe erano ufficiati da giovani sacerdoti detti Luperci.

 

Origini di San Valentino
Luperculus

 

I sacerdoti dopo aver sacrificato alcune capre si spalmavano il corpo di grasso e la faccia di fango, indossavano poi la pelle dell’animale scuoiato utilizzandone una parte per frustare le donne che incrociavano per strada donando idealmente loro fertilità.

L’aspetto osè della celebrazione era però legato ad una sorta di lotteria che il rituale pagano prevedeva. I ragazzi e le ragazze lasciavano i loro nomi all’interno di una brocca successivamente venivano estratte casualmente alcune coppie le quali per una anno si impegnavano a convivere per mettere alla prova la propria fertilità.

I rituali dei Lupercali erano inoltre diventati l’occasione per fare orge sfrenate sempre in nome della fertilità e per celebrare il risveglio della natura dopo l’inverno.

 

Origini di San Valentino
Riti Pagani

 

Come nasce quindi la festa di San Valentino come la conosciamo noi?

La festa ha origini italiane e nasce come festività religiosa per celebrare San Valentino da Terni, istituita nel 496 D.C. dai padri della Chiesa per sostituire la festa dei “peccatori” pagani. Valentino da Terni fu Vescovo e martire da sempre amico dei giovani innamorati successivamente santificato perché rifiutò la conversione al paganesimo. Rifiuto che pagò con la decapitazione.

Le ceneri del santo degli innamorati sono conservate presso la Basilica di San Valentino sui colli di Terni.