Poco conosciuto ma molto pregiato, l’olio essenziale di cipresso è un ottimo alleato della circolazione sanguigna. Andiamo a scoprirlo.

L’olio essenziale di cipresso, sebbene sia poco conosciuto, è un’essenza molto pregiata e apprezzata. Viene ricavata dal Cipresso mediterraneo, un albero sempreverde che può raggiungere i venticinque metri di altezza. Il cipresso, estremamente diffuso nell’area mediterranea, è molto probabilmente originario dell’Iran e sarebbe stato portato in Italia dai Fenici e dagli Etruschi a scopo decorativo, a causa della sua caratteristica forma.

Utilizzato anche in fitoterapia, il cipresso gode di diverse proprietà benefiche, alcune delle quali presenti anche nell’olio essenziale da esso ricavato.

Le proprietà dell’olio essenziale di cipresso

L’olio essenziale di cipresso presenta diverse proprietà. Tra queste ricordiamo sicuramente quella antidepressiva. Infatti, agendo sul sistema nervoso, aiuta a ritrovare il buonumore, specialmente se il malumore è stato causato da un evento esterno.

Cipressi
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/cipressi-toscana-paesaggio-viale-3701931/

In aggiunta, è ottimo contro le malattie da raffreddamento, in quanto aiuta a combattere tosse e catarro bloccato.

Tuttavia, la sua caratteristica principale è un’altra: l’olio essenziale di cipresso è un grande alleato dell’apparato circolatorio (a tal proposito, la cannella è miracolosa ). Anzitutto, promuove la coagulazione del sangue quando necessario, come nel caso di ferite e tagli o di un eccessivo afflusso in alcune zone dell’organismo. Inoltre, è un ottimo vasocostrittore, il che lo rende eccellente contro emorroidi e vene varicose. Infine, aiuta i capillari più fragili, impedendone la rottura.

Come utilizzarlo ed evitare gli effetti collaterali

L’utilizzo che faremo dell’olio essenziale di cipresso dipenderà dall’effetto che vogliamo ottenere. Contro il malumore e le malattie da raffreddamento, può essere utile assumerlo per via aerea. Per farlo basterà un diffusore di aromi e oli essenziali al quale andranno aggiunte delle gocce di essenza che, una volta impregnata nell’aria, inizierà ad agire.

Sempre contro le malattie da raffreddamento, ma anche per aiutare l’apparato circolatorio, è possibile assumerlo per via orale. Un paio di gocce, diluite in un cucchiaino di zucchero o di olio di oliva, andranno più che bene.

L’ultimo metodo, utile per la circolazione, è quello di aggiungere qualche goccia di olio essenziale di cipresso all’acqua quando si è procinto di fare un bagno.

Parlando di effetti collaterali, non ne è stato segnalato alcuno derivante da un uso corretto dell’essenza. Tuttavia, è bene assumerlo sempre a stomaco pieno e non somministrarlo a donne in gravidanza o in caso di iperestrogenismo.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/cypress-goccia-d-acqua-in-rilievo-2124807/

TAG:
star bene

ultimo aggiornamento: 02-06-2020


Bambini o cuccioli di canguro? Alla scoperta della marsupio terapia

Alluce valgo: prevenzione, diagnosi delle cause e cura