Olio di colza: valori nutrizionali, proprietà e cancerogenità

L’olio di colza è pericoloso per la salute? Le sue proprietà e i valori nutrizionali

Per molti anni, l’olio di colza è stato al centro di numerose discussioni: scopriamo qual è la verità su questo olio vegetale, insieme ai valori nutrizionali e alle proprietà.

Sebbene non sia presente in molte cucine, almeno nel nostro paese, l’olio di colza viene utilizzato spesso nell’industria alimentare. Lo troviamo in molti prodotti, sotto la dicitura “oli vegetali”, e talvolta viene chiamato olio di canola. Viene estratto dai semi della colza, una pianta molto diffusa soprattutto in luoghi con climi freddi. In passato è stato usato come carburante, poi ha trovato impiego in ambito alimentare. Ma si tratta di una sostanza nociva?

L’olio di colza è cancerogeno? Ecco la verità

In effetti, sono molti gli studi sulla pericolosità dell’olio di colza. Si tratta infatti di un prodotto contenente grandi quantità di grassi saturi e insaturi, e sebbene abbia un ottimo rapporto di Omega 3 e Omega 6, è ricco di una sostanza nociva. Si tratta dell’acido erucico, che ha effetti tossici sul cuore e sul fegato, oltre ad essere una potenziale sostanza cancerogena.

Per aggirare il problema, i ricercatori hanno dato vita ad una nuova variante dell’olio di colza geneticamente modificato. Si è così portato alla luce un nuovo prodotto, definito olio di canola, contenente meno del 2% di acido erucico, una quantità che non comporta danni all’organismo. Questo nuovo tipo di olio vegetale è ricco di sostanze nutrienti importanti per il nostro organismo, e spesso è usato in cucina.

Olio di colza: valori nutrizionali

Olio di colza
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/colza-fiore-di-stupro-giallo-3486299/

Ad eccezione dell’acido erucico, pericoloso per la nostra salute, gli altri nutrienti contenuti nell’olio di colza sono ricchi di proprietà benefiche. Come abbiamo accennato sopra, questo prodotto possiede una buona quantità di acidi grassi omega 3 e omega 6, distribuiti tra l’altro nel giusto rapporto necessario per la nostra salute. Le proprietà dei semi di colza, in particolare nella varietà canola, sono capeggiate dalla presenza di una grande quantità di acido oleico (monoinsaturo. omega 9).

Inoltre, l’olio è un’ottima fonte di vitamina E, fitosteroli e clorofilla, che agiscono come antiossidanti. La variante canola, oltre a mantenere intatti questi principi attivi, è particolarmente ricca di acido linoleico e di tocoferoli. Attenzione infine alle calorie: l’olio di colza ne apporta poco meno di 900 per 100 grammi di prodotto.

Le proprietà dell’olio di colza

Nelle sue varianti prive (o a ridotta quantità) di acido erucico, questo olio vegetale apporta diversi benefici alla nostra salute. Gli omega 3 e gli omega 6, in particolare, sono micronutrienti che favoriscono la salute del cuore: riducono i livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue, mantengono elastiche le pareti dei vasi sanguigni e proteggono dalle malattie cardiovascolari.

Gli antiossidanti, inoltre, contrastano l’effetto dei radicali liberi e prevengono l’invecchiamento cellulare. L’olio di colza è quindi un ottimo alleato per la salute della pelle, tanto che spesso lo troviamo presente nelle formulazioni di molte creme e prodotti per il corpo e per i capelli.

Olio di colza: prezzo e quando si usa

Dove si può trovare l’olio di colza nella variante olio di canola? Per uso alimentare, in commercio ci sono prodotti diversi e che hanno un prezzo contenuto (dai 4 euro per 250 ml, ai 33 euro per 5 litri, su Amazon si può trovare).

L’olio di canola si usa principalmente come olio da tavola, nella produzione di shortening e in quella di margarine. Allo stesso modo è utilizzato anche per friggere i cibi. Questo però è di uso comune negli Stati Uniti, mentre in Italia è più usato, nella sua variante con alta quantità di acido erucico, come ingrediente per il biocarburante.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/colza-fiore-di-stupro-giallo-3486299/

ultimo aggiornamento: 28-06-2020