L’Istituto dei Tumori festeggia i suoi 90 anni. Per l’occasione il presidente Mattarella ha fatto visita ai pazienti oncologici, in particolare i bambini!

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato accolto dal governatore Fontana, dal sindaco Sala e dal prefetto Lamorgese presso l’Istituto dei Tumori. Il fatto è avvenuto in occasione del novantesimo compleanno della struttura. Qui il capo dello Stato ha voluto fare un saluto ai bambini ricoverati nel reparto di pediatria dell’istituto oncologico.

Nella giornata del 20 settembre del 2018 il presidente è stato accolto tra applausi, saluti e complimenti. Sono stati tanti infatti i cittadini che hanno esclamato in coro: “Viva il presidente“. Il capo dello Stato si è intrattenuto per un breve periodo di tempo con un gruppo di suore della struttura. In seguito si è poi recato immediatamente dai bambini.

L’Istituto dei Tumori a Milano compie 90 anni!

Sergio Mattarella in seguito al primo incontro con le suore dell’Istituto ha deciso di recarsi a fare visita nel reparto di pediatria. In questo luogo ha incontrato i bambini malati oncologici e ha scambiato qualche parola con i loro genitori e con i medici specializzati del reparto.

Sergio Mattarella
Fonte foto: https://www.instagram.com/_sergio_mattarella_/

Le parole del presidente sono state: “Stiamo ricordando i 90 anni di questo istituto che anche su questo versante sottolinea come Milano e la Lombardia siano per il nostro Paese punto fondamentale di guida, di orientamento e approfondimento“.

Poi ha proseguito dicendo: “L’alta professionalità, passione, dedizione e impegno generoso di tutti coloro che operano in questo istituto, viene integrato da tanti volontari che li affiancano e lo integrano. Ringrazio tutti coloro che operano in questo istituto nei vari settori e il mondo del volontariato che lo affianca e lo integra. Tutto questo meritala riconoscenza e il sostegno del Paese“.

Fonte foto: https://www.instagram.com/_sergio_mattarella_/


Candidosi orale: come curarla con i rimedi della nonna

Le montagne russe curano davvero i calcoli renali? Lo studio