Mare: secondo la scienza fa bene al cervello e rende felici

Uno studio scientifico ha dimostrato come come l’acqua rilasci sostanze chimiche collegate alla felicità quindi vivere al mare, lago o sul fiume fa bene

Uno studio scientifico, condotto in dieci anni di ricerca, ha dimostrato che l’acqua di mare, lago o fiume è un elemento che rilascia particolari sostanze chimiche che sono direttamente collegate alla felicità e starci vicino stimola il cervello: le sostanze sono la dopamina, la serotonina e l’ossitocina. Questa notizia è stata riportata dal sito ericazuanon.com che cita il libro di Wallace J. Nichols intitolato ‘Blue Mind: The Surprising Science That Shows How Being Near, In , On, Or Under Water Can Make You Happier, Healthier, More Connected, And Better At What You Do’ (‘Mente Blu: la scienza sorprendente che mostra come stare vicino, sopra, dentro o sotto l’acqua possa renderti più felice, più sano, più connesso e migliore in ciò che fai’).

Le rivelazioni di Wallace J. Nichols

Nel libro Wallace J. Nichols, ricercatore associato presso l’Accademia delle Scienza della California e fondatore e co-direttore di Ocean Revolution, SEE the WILD, e LiVBLUE, scrive:

“Il cervello, che si trova nella nostra testa nella forma di un “fluido cerebrospinale chiaro e privo di colore”, reagisce con piacere all’acqua perché i nostri antenati vennero fuori dall’acqua ed evolsero le loro capacità dal nuotare allo strisciare fino al camminare.

I feti umani, nelle prime fasi di sviluppo, hanno ancora strutture simili a fessure branchiali, e l’acqua nelle nostre cellule può essere paragonata a quella che si trova nel mare”.

Ecco perchè il mare fa bene al cervello

  1. In primis il blu dona sollievo: questo colore è risultato il preferito dalla maggioranza delle persone dopo un sondaggio su 232 individui in tutto il mondo.O
  2. Osservare un paesaggio marino calma il nostro subconscio infatti immagini che riguardano la natura e in particolare l’acqua attivano le parti del nostro cervello associate “a un atteggiamento positivo, alla stabilità emotiva e al recupero di ricordi felici”.
  3. L’acqua dona una maggiore capacità di attenzione: uno studio del 1995 pubblicato su Environmental Psychology aveva analizzato il rendimento e la concentrazione di due gruppi di studenti. Al primo erano state assegnate stanze con vista su alberi, laghi, prati e all’altro stanze con vedute urbane: i primi avevano risultati più brillanti dei secondi.
  4. Le persone sono più felici se si trovano vicino all’acqua: analizzando più di un milione di risposte inviate durante uno studio con l’applicazione Mappiness, le persone hanno svelato di essere più serene del 5,2% rispetto a quelle che vivono all’aria aperta o in città.
  5. Il nostro corpo è composto per circa il 75% da acqua e l’idratazione è la base per il corretto funzionamento dei nostri organi quindi l’acqua ci riporta al nostro stato naturale.

ultimo aggiornamento: 17-06-2016

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures