Il mal di mare è una problematica invalidante, soprattutto se si deve fare una vacanza in barca o in nave: cosa fare per contrastarlo?

Vomito, mal di testa, nausea, vertigini e tachicardia: questi sono alcuni dei sintomi che scatena il mal di mare. Si tratta di una problematica piuttosto invalidante, specialmente quando si ha in mente di prenotare una vacanza in barca o in nave. Fortunatamente, ci sono tanti rimedi, sia naturali che non, per contrastarlo e godersi la fuga senza pensieri.

Mal di mare: rimedi

Come combattere il mal di mare? Un po’ come il mal d’aereo o il mal d’auto, anche il movimento ondulatorio delle barche o delle navi può creare non pochi problemi. I sintomi sono diversi e possono manifestarsi nel soggetto che ne soffre con un’intensità diversa. Eppure, un viaggio in mare, che sia con la nave o la barca a vela, è talmente magico che vale tutti i disturbi di questo modo. Affinché la vacanza non diventi un’agonia, però, è necessario trovare dei rimedi che possano abbattere i fastidi sul nascere.

Innanzitutto, è bene mettersi in una postazione centrale, che sia il più possibile ventilata. Vietato scendere sotto coperta, dove c’è poco ossigeno e i movimenti si percepiscono ampliati. Cercate di respirare l’aria a pieni polmoni, magari allineando il respiro con i movimenti della nave, e fissate l’orizzonte.

Per contrastare i fastidi, evitate pasti abbondanti, alcolici, tè, latte, caffè e tutte le bevande acide. Inoltre, bandite il fumo. Se il mare è mosso, è meglio rimanere a stomaco vuoto oppure mangiare qualcosa di secco e salato. Anche la posizione è molto importante: stare sdraiati o seduti può aiutare ad alleviare i vari malesseri collegati al mal di mare.

Mal di mare: cosa fare?

Il mal di mare, ovviamente, si combatte anche con diversi farmaci creati ad hoc per la patologia, bracciali anti nausea compresi. Ci sono, inoltre, diversi rimedi naturali considerati efficaci, in vendita sotto forma di integratori o tintura madre. Il primo alleato, senza ombra di dubbio, è lo zenzero, che va ad agire sullo stomaco e sull’intestino, calmando sia la nausea che il vomito. In alternativa, optate per la menta piperita, da applicare in gocce direttamente sulla lingua prima che compaiano i sintomi. Un vecchio consiglio della nonna, infine, suggerisce di mettere una fettina di limone in bocca appena si avvertono i primi fastidi.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 21-05-2022


Calcolo del periodo fertile: ecco come farlo

Farmaci equivalenti al brufen: ecco quali sono