Legionella: tutto quello che c'è da sapere

Legionella: tutto quello che c’è da sapere

C’è un vocabolo che molti hanno sentito almeno una volta nella vita ma di cui, probabilmente, non tutti conoscono l’origine e il significato.

Stiamo parlando della legionella. Cos’è la legionella e qual è il meccanismo di trasmissione? È contagiosa e, se lo è, in che misura? La legionella è un batterio che può proliferare nelle acque, soprattutto in quelle stagnanti. Partiamo però subito da una importantissima precisazione: nonostante la comprensibile e diffusa preoccupazione rispetto all’utilizzo dell’acqua del rubinetto per il timore che le falde acquifere siano sempre più inquinate, l’acqua delle nostre case si può bere nella quasi totalità dei casi.

Anzi, ad essere precisi va detto che, secondo un recente studio operato dall’IRSA, l’Istituto di Ricerca Sulle Acque del CNR, l’acqua del rubinetto in Italia può essere considerata fra le migliori in Europa, sia per qualità che per gusto. L’acqua potabile dei nostri acquedotti è sottoposta ad un numero elevatissimo di controlli molto severi, i quali servono a certificare che la nostra è un’acqua sana e sicura con una equilibrata quantità di sali minerali.

Tuttavia, nonostante questo attestato ufficiale decisamente confortante, gli italiani continuano a preferire l’acqua in bottiglia, risultando i terzi al mondo per consumo pro capite della stessa.

Che cos’è la legionella e in quali forme si manifesta

La legionella è un batterio che si può presentare negli ambienti umidi. La malattia che ne consegue è chiamata legionellosi e si può manifestare in due forme diverse: la febbre di Pontiac, che essendo del tutto simile a una normale influenza è molto difficile da diagnosticare, oppure con una polmonite accompagnata da febbre, tosse, dolori muscolari e talvolta anche da difficoltà respiratorie.

Influenza
Influenza

Dove può avvenire la contaminazione dell’acqua

Proprio sulla base dei numerosi controlli a cui vengono sottoposte, si è escluso che la contaminazione possa essere causata dalle reti idriche e ci si è concentrati sulle torri di raffreddamento delle industrie: non si può fare certamente un discorso generalizzato valevole per tutte le industrie, ma effettivamente in taluni casi, secondo le autorità competenti, il batterio prolifererebbe nell’acqua stagnante.

Come si trasmette la legionella

La trasmissione della legionella avviene per via aerea, inalando particelle di acqua vaporizzata: questo fenomeno può avvenire in situazioni semplici come quando facciamo la doccia oppure in ambienti dove è attivo un impianto di climatizzazione.

I luoghi in cui la legionella può proliferare sono, ad esempio, le autoclavi che accumulano e riforniscono di acqua potabile le case, le strutture sanitarie e quelle ospedaliere oppure le strutture ricettive come gli alberghi; altro luogo dove si può sviluppare la legionella è rappresentato dai filtri dei grandi impianti di condizionamento, negli stessi luoghi appena indicati, o anche nelle fontane situate nei parchi pubblici o nelle città, dove può essere presente acqua stagnante.

Come prevenire la legionella

Come in tutti gli ambiti medici, la prevenzione ha un ruolo fondamentale per evitare lo sviluppo e la proliferazione di un batterio e, di conseguenza, di una malattia. Nel caso della legionella, la prevenzione va effettuata con una corretta manutenzione degli impianti idrici e di quelli di climatizzazione, soprattutto attraverso l’utilizzo di filtri antilegionella consigliati da professionisti del settore.

ultimo aggiornamento: 27-05-2020