Ipocondria: un disturbo che crea patologie immaginarie nella mente di chi ne soffre. Scopriamo cos’è e come curarla.

Leggiamo un articolo che racconta dei sintomi di una malattia, facciamo una ricerca su Google o più semplicemente vediamo un film ambientato in una clinica medica e improvvisamente siamo convinti di avere malanni inesistenti: se queste situazioni per voi sono all’ordine del giorno, è probabile che soffriate di ipocondria.

Si tratta di una patologia abbastanza diffusa e sono tante l persone che convivono con sintomi immaginari di una malattia immaginaria. Scopriamone di più.

Ipocondria: che cos’è?

L’ipocondria, già conosciuta ai tempi dell’antica Grecia, è una malattia molto diffusa. Si definisce affetto da ipocondria un individuo che attribuisce delle sensazioni corporee, talvolta inesistenti, talvolta reali, a una patologia immaginaria. Nonostante controlli medici o osservazioni di esperti abbiano dimostrato l’inesistenza di tale disturbo.

Dolore addominale
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/dolore-addominale-attacco-medico-2493327/

I sintomi che inducono un individuo a credersi malato possono variare. Possono riguardare il battito cardiaco o la respirazione, alle volte percepiti diversamente. Possono riguardare piccole ferite, dolori fisici e tanto altro. L’ipocondriaco attribuirà questi sintomi, alle volte in seguito a fraintesi esiti di alcune ricerche personali, a una malattia inesistente. La convinzione di essere malato porterà il soggetto a percepire maggiormente i sintomi, con effetti disastrosi sulla sua salute, anche mentale.

Solitamente, l’ipocondria si manifesta in soggetti che hanno un’immagine di sé nella quale si identificano come persone fragili e/o vulnerabili. Nella maggioranza dei casi, ciò che li ha portati a identificarsi come tali, è l’interazione con le loro figure di riferimento durante l’infanzia. Infatti, se quest’ultime hanno assecondato tale immagine di debolezza con atteggiamenti eccessivamente protettivi, è comprensibile come il soggetto possa essere cresciuto credendosi vulnerabile.

Come combattere i malanni immaginari

Per un soggetto affetto da ipocondria, qualsiasi rassicurazione sarà inutile. Non importa che essa provenga da un familiare o da un medico esperto nel suo campo. In molti casi, tali rassicurazioni avranno l’effetto opposto rispetto a quello desiderato, andando a peggiorare ulteriormente i timori del soggetto nei confronti delle sue patologie immaginarie.

La soluzione in questi casi è quella di rivolgersi a uno psicoterapeuta. Tuttavia, sicché la psicoterapia esiste in differenti forme, non sarà sufficiente rivolgersi a un esperto qualunque. Per risultati efficaci bisognerà rivolgersi ad uno psicoterapeuta specializzato nei campi cognitivo-comportamentali.

È però necessario tenere presente che, anche rivolgendosi ad un esperto, la cura dell’ipocondria potrebbe rivelarsi molto difficoltosa. Molti pazienti potrebbero sabotare la loro guarigione perché convinti che il loro problema non sia di natura psicologica.

Andiamo a scoprire 3 malattie incredibili che esistono davvero!

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/dolore-addominale-attacco-medico-2493327/, https://pixabay.com/it/photos/donna-faccia-bullismo-stress-2696408/

TAG:
star bene

ultimo aggiornamento: 29-02-2020


Omega 3: dove trovarli e perché integrarli nella dieta

Mal di denti: 5 rimedi naturali per liberarsene