La Moringa è oggi considerata uno dei migliori superfood, astro nascente della nutraceutica e un tale concentrato di proprietà di cui quasi si perde il conto.

Il consumo quotidiano può migliorare il sistema immunitario, sbloccare il metabolismo, fortificare le ossa e minimizzare il colesterolo nel sangue, tonificando la mente e rendendola più attiva.

moringa

Quali sono i nutrienti fondamentali della Moringa?

La moringa contiene 17 volte il calcio del latte, 15 volte il magnesio delle banane, 7 volte la vitamina C delle arance, 25 volte il ferro degli spinaci, ma non solo. Contiene una straordinaria quantità di complessi vitaminici (B, C, D, E, K, P), la più alta concentrazione di clorofilla mai registrata in una pianta, un contenuto di antiossidanti e composti fenolici impressionante, sali minerali tra cui zinco, selenio, fosforo arrivando agli Omega 3, i “grassi buoni” che proteggono il cuore e le arterie, con effetti regolarizzanti sul colesterolo cattivo. La Moringa contiene tantissimi altri composti benefici e assumendola quotidianamente possiamo provarne gli effetti sorprendenti per il nostro benessere.

I migliori integratori con Moringa

Quale integratore di Moringa scegliere? Sul mercato ce ne sono diversi e non è semplice districarsi. Abbiamo stilato una mini guida per aiutarvi ad orientarvi su alcuni prodotti, scelti in base alla qualità.

Integratore con Moringa: qual è il migliore?

Cosa ha di tanto speciale l’integratore di Moringa? Anche se ancora poco conosciuta in occidente, è una delle piante più nutrienti del pianeta: in Asia e Africa le foglie fresche, steli e baccelli sono consumati come verdura ed è nota come “Albero miracoloso”. Da secoli la Moringa è apprezzata per le sue elevate proprietà nutritive e cosmetiche e per combattere la malnutrizione.

La sua popolarità è in crescita, pur non essendo ancora arrivata al pari della spirulina o della curcuma, i suoi effetti sono sempre più studiati e apprezzati per il benessere generale.

L’interesse aumentato per stili di vita alternativi, più sani e naturali, con la riscoperta di attività legate alla mindfulness, yoga, ayurveda, meditazione, un’alimentazione più equilibrata e improntata a criteri biologici e salutari, ha dato una forte spinta al consumo degli integratori naturali.

Sul mercato sono apparse moltissime varietà d’integratori, dato l’aumento della domanda e nel caso della Moringa, diventa difficile orientarsi poiché può essere consumata in polvere, sotto forma di capsule, in foglie o tisana già imbustata. Scopriamo quali sono i marchi più noti e virtuosi nel settore, per qualità, etica di produzione e altri parametri che andremo a considerare in itinere.

Ecco di seguito alcuni dei migliori integratori con Moringa in commercio, reperibili anche online:

Moringa Oleifera Biologica in polvere e capsule di RedMoringa

Prodotta in Italia, 100% Naturale, è coltivata in Europa (Spagna) con metodi di agricoltura biologici, senza uso di pesticidi e fertilizzanti e con energia fotovoltaica. È un integratore a base di Moringa rossa, coltivata sul fertile suolo vulcanico delle isole Canarie, e nell’entroterra spagnolo (Almeria), certificata biologicamente dall’Istituto delle Canarie per la Qualità Agroalimentare (ICCA), dall’organismo di controllo Italiano INOQ e con il marchio “Agricoltura UE”, valido in tutto il mercato dell’Unione, che ne certifica l’origine e la coltivazione ecologica e organica.

L’iter produttivo prevede l’essiccazione di foglie e semi in ambiente protetto e controllato ed è confezionata in Italia direttamente nei laboratori dell’Azienda.

Le caratteristiche di produzione e confezionamento, i rigidi controlli sulla qualità del prodotto ne preservano al massimo i principi attivi e la freschezza. È disponibile in capsule, in polvere (ottima per preparare diverse ricette e bevande), e sotto forma di tisana; inoltre è associata a diversi altri integratori con Moringa specifici per il colesterolo, per rafforzare il sistema immunitario, per la menopausa, ecc.

La Moringa aiuta il metabolismo dei lipidi e la funzione digestiva. È uno scrigno di benessere vegetale sempre a portata di mano. È la pianta con più alto contenuto di antiossidanti conosciuta, ricca di Vitamine A, B e C, proteine vegetali (circa il 30% del suo peso), calcio e ferro.

LINK: Integratore Moringa BIO RedMoringa

Polvere di Moringa Bio Erbavoglio

È un integratore di Moringa naturale al 100%, proveniente da coltivazioni di origine biologica non UE, senza OGM e conservanti chimici.

Una polvere molto fine, che può essere mescolata nelle bevande, tè, latte, yogurt e altri alimenti. Un cucchiaio, circa 8 gr di Moringa il giorno è la dose raccomandata.

Alimento multivitaminico, è una fonte ricchissima di calcio e ferro. Aiuta a migliorare la digestione, il metabolismo, regolare i livelli ormonali e migliorare la qualità della pelle.

LINK: Polvere Sorgentenatura

Moringa Bio Origeens

Polvere di Moringa per tisane e infusi, da certificazione biologica al 100%, senza uso di pesticidi, coloranti e additivi.

La Moringa Origeens è prodotta da un’azienda francese che offre massima qualità.

Queste foglie conservano i principali nutrienti tipici delle foglie di moringa: vitamine, proteine, minerali, antiossidanti e antinfiammatori. Naturalmente priva di caffeina, è una bevanda rivitalizzante e adatta praticamente a tutti.

LINK: Amazon Bio Origeens

moringa oleifera

Moringa Oleifera Bio Nutrimea

È una Moringa derivante da agricoltura biologica, senza allergeni, glutine e lattosio. Da laboratori certificati Iso.

Disponibile in capsule, che possono essere portate ovunque. Conosciuta come la pianta con il più alto potenziale nutrizionale esistente, la moringa fornisce molti benedici; rafforza la salute della pelle, di occhi e ossa e potenzia il sistema immunitario dando energia e vitalità, grazie all’elevato contenuto di vitamine, proteine, minerali e antiossidanti.

LINK: Moringa Nutrimea

Moringa in Foglie biologica Valley of Tea

Per chi desidera una tisana con Moringa che preservi il massimo dei principi attivi, quella di Valley of Tea è l’ideale: essiccata dopo il raccolto, conserva tutte le proprietà benefiche.

Inoltre, proviene da raccolti badati sui principi di produzione solidale ed è realizzata con foglie di Moringa non OGM; l’attenzione per l’iter produttivo è scrupolosa e l’infuso mantiene il sapore e l’efficacia a lungo.

Le foglie possono essere usate anche per ricette in cucina, zuppe, insalate e altre pietanze.

LINK: Moringa Valley of Tea

Moringa in polvere Biologica NaturaleBio

È una Moringa prodotta con piante biologiche certificate al 100% naturali, senza l’uso di fertilizzanti e pesticidi chimici.

È possibile verificarne la freschezza dal colore verde brillante e dall’odore fresco e pungente. Fattori che indicano un’elevata presenza di clorofilla, oltre altre sostanze benefiche contenute nella Moringa, come le vitamine A, B, C, il ferro, le fibre e il calcio.

Ottimo integratore per dare una sferzata di energia e tonificare l’organismo, migliorare le funzioni cognitive del cervello e irrobustire le ossa. La polvere è perfetta anche aggiunta a frullati, yogurt ed altri preparati liquidi che ne migliorano anche il sapore.

LINK AMAZON: Moringa NaturaleBio

Come valutare la qualità di un integratore di Moringa?

Per scegliere un integratore di Moringa di qualità è necessario fare attenzione a questi aspetti:

Prima di tutto leggere bene l’etichetta, l’eventuale presenza di allergeni come il glutine, la certificazione Biologica, e la dicitura non OGM. È quindi importante, per verificare la qualità della Moringa, l’eventuale aggiunta di additivi, coloranti e aggreganti nelle capsule. Queste ultime possono essere meno convenienti economicamente rispetto alla polvere, ma più pratiche nell’utilizzo, dato che, occupando uno spazio minimo, possono essere portate e consumate ovunque. Da valutare sono anche la reputazione dell’azienda, la trasparenza e le recensioni.

Integratori alimentari

Quanti tipi di Moringa esistono? La qualità non è mai la stessa!

La moringa acquistata, sia online sia nel negozio fisico differisce in base a dove è stata coltivata la pianta, alle condizioni climatiche e del terreno, all’iter di coltivazione, essiccazione e conservazione. Ogni paese ha, infatti, diversi metodi di conservazione e allo stesso tempo cambiano i fattori ambientali che determinano la crescita della pianta e la costituzione dei suoi fitonutrienti: Africa, Europa, Asia hanno condizioni climatiche diverse, così come le condizioni del suolo differiscono se sono vulcaniche, vicine a corsi d’acqua, in territori aridi o al contrario umidi.

La Moringa esportata da paesi extraeuropei (ad es. Cina, Stati Uniti, India) è sottoposta a un processo d’irradiazione con antiparassitari, cosa che va ad inficiare sulla sua qualità, riducendo l’efficacia dei nutrienti. Andrebbe quindi evitata a favore di colture controllate e certificate.

Come detto, basta leggere l’etichetta per scoprire quali trattamenti sono stati fatti sulla pianta, oltre al fatto che dovrebbe essere biologica al 100%.

È importante controllare anche l’aspetto della moringa: un verde intenso e un odore più fresco e pungente indicano una maggiore integrità e  un’elevata quantità di clorofilla.

Attenzione quindi al colore della Moringa: SI a verde intenso, No ad un colore pallido e tendente al giallo – indice di una maggiore esposizione solare e a una conservazione lunga, durante la quale i principi attivi possono ridursi.

In più, occorre stare attenti anche al prezzo: un costo più basso della media potrebbe nascondere l’aggiunta di altre sostanze mischiate al prodotto; la Moringa deve essere pura al 100%, senza additivi, coloranti, no OGM e da coltivazione biologica.

Il confezionamento della Moringa: fotoprotettivo e isolante

Essendo un prodotto organico e fotosensibile, la Moringa andrebbe impacchettata in confezioni fotoprotettiove e isolanti dai fattori esterni, che non ne alterino il contenuto, meglio se oscurate dall’interno. Le confezioni trasparenti, infatti, non sono indicate per questo tipo di prodotto perché in questo modo se ne riducono le proprietà e in particolar modo la quantità di clorofilla, da cui dipende l’integrità dei nutrienti.

Se per alcuni prodotti come la pasta, un packaging trasparente può aiutare a valutarne le caratteristiche, in questo caso l’esposizione alla luce prolungata e le condizioni di confezionamento possono effettivamente inficiare sulla qualità.

Qual è la dose consigliata di Moringa da assumere giornalmente?

La dose consigliata oscilla tra i 5 – 10 grammi, corrispondenti a circa un cucchiaino raso al giorno.

Dopo quanto tempo si vedono i benefici della Moringa?

Gli studi confermano che ci vogliono in media 3 settimane. Dipende anche dalle condizioni in cui siamo, dalla forma fisica, da cosa stiamo mangiando. In ogni caso, al corpo serve un po’ di tempo per abituarsi e assimilare la moringa e tra i primi effetti c’è quello di sentirsi più energici e con la mente più sveglia.

Per chi non è indicato l’integratore di Moringa?

L’integratore di Moringa è generalmente ben tollerato; bisogna però fare attenzione agli integratori con radice di Moringa, che andrebbero evitati durante allattamento e gravidanza. L’assunzione di Moringa per i più piccoli va discussa prima col medico; se da un lato gli studi confermano in parte che può abbassare il livello di glucosio nel sangue in chi ha la glicemia alta, dall’altro per la cura delle malattie gravi va sempre chiesto il parere del proprio medico o dello specialista.

Qual è l’effetto della Moringa sulle prestazioni sessuali?

Sembrerebbe buona, dal momento che agisce come tonico generale per l’organismo: migliora la circolazione sanguigna e questo favorisce l’apporto di sangue ai corpi cavernosi, aiutando a contrastare le disfunzioni sessuali maschili e migliorando quelle femminili; i composti neurochimici e gli ormoni che causano le disfunzioni sono inattivate grazie alla presenza dei numerosi antiossidanti.

Assumere l’integratore di Moringa aiuta a dimagrire?

È un aiuto notevole per chi ha bisogno di perdere peso perché aiuta la digestione e migliora la salute dell’intestino, grazie alla presenza di numerosi micronutrienti tra cui fibre vegetali e un buon contenuto di vitamina B. In alcuni studi su animali è dimostrato che l’assunzione di Moringa ha determinato un minore accumulo di grasso e smaltimento più rapido. La capacità di regolare il glucosio nel sangue, contribuisce a tenere sotto controllo lo stimolo della fame. Infine, l’elevata quantità di clorofilla regola l’ossigenazione e aiuta a depurare l’intestino crasso.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 28-01-2022


Udito in salute: ecco i campanelli d’allarme da non sottovalutare

Prurito alle gambe: da cosa dipende e come rimediare