Cosa significano i giramenti di testa? Ecco le cause psicosomatiche

Giramenti di testa: quando la causa è psicosomatica

Non sempre i capogiri hanno una causa organica facile da stabilire. In alcuni casi, le origini del malessere sono psicosomatiche: ecco il significato dei giramenti di testa.

La sensazione che la stanza ti giri intorno è molto fastidiosa e può dar vita a numerosi disagi durante la vita di tutti i giorni. Spesso la causa dei giramenti di testa e delle vertigini vanno ricercate in un problema dell’orecchio, come la vestibolite o la labirintite. Ma anche l’ansia, lo stress e altri disturbi di origine psicologica possono provocare il capogiro. Vediamo insieme quali possono essere le cause psicosomatiche di questo problema.

Giramenti di testa psicosomatici

Se la testa gira frequentemente e hai già escluso cause organiche, è possibile cercare di rintracciare la genesi del problema in un disturbo psicologico. Le vertigini rappresentano un sintomo particolarmente simbolico, dal momento che coinvolgono la testa e la vista.

La testa è la rappresentazione della razionalità e del controllo dei nostri istinti più profondi. Un capogiro può quindi essere segno di un forte conflitto interiore, un duro scontro tra ciò che è considerato corretto fare e ciò che invece desideriamo profondamente, anche se in maniera irrazionale. Quando la parte istintiva cerca di prendere il sopravvento, possiamo avere un attacco di vertigini.

Anche la vista ha un ruolo chiave nei giramenti di testa: si annebbia, sembra tradirci e renderci più instabili. Il significato può riguardare la nostra capacità di adattamento ad una situazione nuova e difficile da accettare. Nonostante apertamente abbiamo digerito la novità, dentro di noi ci sentiamo profondamente disorientati.

Giramenti di testa
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/alberi-via-natura-eddy-turno-358418/

Il significato delle vertigini

Come abbiamo già visto, questo disturbo è spesso legato ad un cambiamento difficile, ad una nuova direzione che la nostra vita ha intrapreso, magari in maniera piuttosto rapida. Anche il venire a mancare di un punto d’appoggio può essere alla base di un attacco di vertigini. Proprio come accade quando perdiamo l’equilibrio e ci gira la testa, l’improvvisa assenza di un punto di riferimento per noi importante può scatenare questi fastidiosi sintomi.

Ma è possibile riuscire a combattere le vertigini psicosomatiche? Un buon punto di partenza consiste nel prendersi del tempo per accettare i cambiamenti che sono giunti nella nostra vita, e per capire se è il caso di fare un passo indietro e rivedere le nostre scelte.

Anche imparare ad avere più fiducia in noi stessi ci aiuterà a sconfiggere i capogiri. In questo modo riusciremo a non avere più bisogno di qualcuno che ci sostenga, bastandoci in ogni occasione della vita. E talvolta può essere buona cosa lasciarsi andare all’istinto, senza ascoltare la voce della ragione.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/alberi-via-natura-eddy-turno-358418/

ultimo aggiornamento: 30-06-2019