Fiori di bach, tra i rimedi naturali per la menopausa

Fiori di bach, tra i rimedi naturali per la menopausa

Quando si ha a cuore la salute e il benessere del proprio corpo, si deve porre sempre molta attenzione alle sostanze che si decide di assumere, per questo motivo risulta fondamentare adoperare prodotti presenti in natura.

Tra i rimedi naturali al 100% non possono non essere citate le proprietà curative dei miracolosi fiori di Bach, che prendono il nome dal medico britannico Edward Bach.

Nell’ultimo periodo la floriterapia sta prendendo piene, diventando una delle forme terapeutiche più utilizzate da chi ambisce a curarsi con prodotti essenzialmente biologici. I fiori sono ideali per curare alcuni disturbi psicofisici come ansia, stress, inestetismi fisici, ma è possibile anche sfruttare i benefici dei fiori di bach in menopausa attraverso l’utilizzo di creme, gel, impacchi e colliri naturali.

Le proprietà dei fiori di bach

I fiori di bach sono riconosciuti come prodotti naturali in grado di dare aiuto concreto per la risoluzione di diversi disturbi psichici.

fiori di Bach
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/floriterapia-di-bach-fiori-di-bach-187799/

Ogni fiore possiede una particolarità e mira ad alleviare il disturbo speifico. Le tipologie di fiori di bach, come Impatient, White chestnut, e Walnut sono ideali per combattere lo stress e l’ansia. Mentre Cherry Plun, Rock Rose, White Chestnut, Elm, Walnut e Rescus Remedy  sono più indicati per i casi di tensione nervosa o attacchi di panico. In quanto infondono all’individuo una condizione di rilassamento, e conferiscono alla pelle un aspetto sano e tonico.

I Fiori di bach in menopausa

Ogni donna arriva ad un punto della vita in cui deve fare i conti la menopausa, cioè con la fine delle mestruazioni, che coincide orientativamente alla fase di età che va dai 45 ai 55 anni. Questo periodo di transito è pregno di diversi sintomi, che si manifestano in maniera diversa da persona a persona e corrisponde all’incirca alla metà della vita di una donna, per questo motivo può essere considerato come una lunga fase della vita evolutiva della donna. Un periodo, che nella maggior parte dei casi tende a conferire alla donna disagi psicologici derivanti dalla sensazione di non considerarsi più al massimo della propria bellezza e prestanza fisica.

In soccorso alle donne in preda a sbalzi d’umore, mancanza di concentrazione, tristezza, insonnia, irritabilità e chi più ne ha più ne metta, possono essere di forte aiuto l’assunzione dei miracolosi fiori di bach.

Ogni variante, infatti, può essere utilizzata per alleviare i diversi tipi di disturbi derivanti dal particolare periodo della menopausa. Prevalentemente assunti per uso orale, i va ricordato, infatti che la soluzione idroalcolica è quella maggiormente diffusa, tra i fiori di bach più indicati sono sicuramente: Chicory (ideale per diversi disturbi di tipo ginecologico); Cherry Plum ( per le disfunzioni ormonali); Vervain o Holly (per le vampate e gli sbalzi repentini di temperatura); Walnut (per abituarsi alla nuova condizione fisica di menopausa); Scleranthus (per gli sbalzi emozionali e fisici).

Per avere una giusto effetto, questi fiori di bach vanno mixati tra loro, senza superare però la combinazione di nove fiori in totale.

Oltre alle soluzioni idroalcoliche, durante la menopausa possono essere utilizzate anche delle creme a base di fiori di bach, ideali per curare gli inestetismi corporei, derivanti dagli sbalzi fisici associati a questa fase della vita.

ultimo aggiornamento: 19-03-2019