Il polpo, appartenente alla famiglia dei molluschi cefalopodi, è povero di grassi. Scopriamo i benefici di una dieta che lo vede protagonista.

La dieta del polpo è un regime alimentare che si concentra sulle proprietà della carne del mollusco. Questo alimento infatti contiene pochi grassi e molti nutrienti, come calcio, magnesio, fosforo e le vitamine A, C e del gruppo B. Proprio grazie alla sua bassa concentrazione di grassi, la carne di polpo è particolarmente indicata nelle diete ipocaloriche mirate alla perdita di peso. Il polpo infatti è uno degli elementi alternativi più consigliati dagli esperti.

Inoltre va ricordato che le proteine contenute nel polpo sono di gran lunga inferiori rispetto a quelle di altri pesci. La dieta del polpo permette quindi di godere di un alimento poliedrico che, per le sue molte qualità, contribuisce a regolare valori e processi dell’organismo. I più importanti sono sicuramente il controllo della pressione e la salute di ossa e denti. Ma vediamo tutte le qualità del polpo e qualche consiglio su come consumarlo.

Benefici del polpo

Scegliere la dieta del polpo significa attingere ad un’importante fonte di minerali e di elementi importanti come calcio e potassio. Proprio quest’ultimo è uno degli attori fondamentali nel funzionamento delle cellule e nel controllo della pressione arteriosa.

Carne di polpo
Carne di polpo

Di conseguenza il polpo è ottimo per la salute del cuore e del sistema circolatorio. Tornando al grande contenuto di minerali e nutrienti possiamo dire che la dieta del polpo aiuta a raggiungere il fabbisogno di fosforo e calcio.

Questi due elementi sono basilari per la costruzione e la densità minerale delle ossa e dei denti. La dieta del polpo permette anche di integrare molte vitamine fondamentali come la vitamina A, antiossidante naturale e fondamentale per la vista.

Tra le tante vitamine presenti nel polpo, oltre a quelle già citate, troviamo la vitamina B12, che contribuisce alla formazione dei globuli rossi, e la vitamina C, vero e proprio potenziamento per il sistema immunitario.

Come consumare il polpo

In generale è sempre opportuno cuocere il polpo prima di consumarlo per eliminare la presenza di eventuali parassiti. Infatti possono essere presenti parassiti quali gli Anisakis, che sono dannosi per gli essere umani.

Seguendo la dieta del polpo però può capitare di volerlo consumare crudo, pratica che ovviamente non è vietata, ma necessita di alcune attenzioni.

Se si vuole mangiare il polpo crudo bisogna essere certi che il mollusco sia stato preventivamente congelato a -20° centigradi per almeno 24 ore, come indicato nella sezione della normativa europea.

TAG:
chiedilo alla nonna star bene vetrina

ultimo aggiornamento: 02-07-2020


Dieta del respiro, il regime alimentare che permette di dimagrire respirando

Mela: proprietà e benefici del frutto più salutare