Depressione: da uno studio Istat donne e disoccupati i più colpiti in Italia.

Le statistiche dell’Istat dicono che 2,8 milioni di persone in Italia soffrono di depressione. Le donne e i disoccupati sono quelli che soffrono di più di questo disturbo!

Secondo i recenti studi fatti dall’Istat, sono 2,8 milioni di persone a soffrire di depressione. È questa la malattia più diffusa e sempre più in aumento in Italia e tra coloro che ne soffrono maggiormente ci sono le donne, i disoccupati e gli anziani. Anche se il nostro paese ha un numero abbastanza ridotto di malati mentali rispetto al resto dell’Europa, tra gli anziani questo valore è sempre più in aumento. Tra questi ultimi i disturbi depressivi sono spesso collegati anche ad altre malattie, come la demenza o il morbo di Alzheimer.

Depressione: una malattia sempre più in aumento!

Coloro che vengono maggiormente colpiti dal disturbo più temuto e diffuso sono le donne e i disoccupati, infatti il tasso di depressione femminile è quasi il doppio rispetto a quello maschile. I dati parlano di 9,1% di donne, rispetto al 4,8% di uomini.

Un altro grande problema in Italia è la mancanza di lavoro dovuta alla crisi, infatti chi l’ha perso o non è mai riuscito a trovarlo, racconta di soffrire di ansia e di disturbi depressivi. A far aumentare il numero di persone che soffrono del disturbo ci sono anche moltissimi anziani, ormai rimasti soli.

Depressione
Fonte foto: https://pixabay.com/it/ragazza-preoccupata-donna-in-attesa-413690/

Le ricerche Istat sui disturbi mentali

Anche altri problemi colpiscono il nostro paese, l’istituto di ricerca afferma che: “Gli alunni con disabilità sono circa il 3% degli alunni delle scuole di ogni ordine e grado e quelli con disabilità intellettiva sono pari a 2 alunni con disabilità su 3“. I ragazzi che hanno l’insegnante di sostegno hanno disabilità sensoriali, motorie, disturbi del linguaggio e disabilità intellettive.

Tra i giovani che sono ricoverati nelle strutture c’è una maggioranza di ragazzi di sesso maschile. Infine la ricerca si conclude anche con le statistiche sui giovani che fanno uso di droghe, coloro che vengono ricoverati nei dipartimenti di salute mentale e si conclude con il dato che riguarda i suicidi. Quest’ultimo è un dato più basso rispetto al resto dell’Europa.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/ragazza-preoccupata-donna-in-attesa-413690/

ultimo aggiornamento: 27-07-2018

Giulia Sambinello

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures