La corsa, per coloro che possono praticarla senza problemi, è uno degli allenamenti più completi: vediamo come Correre per dimagrire.

La corsa è uno degli allenamenti sportivi più completi. Non mantiene solo in allenamento quasi tutti i muscoli del corpo, ma consente anche di buttare via i chili di troppo. Ovviamente, è necessario stare attenti anche all’alimentazione e mai volere il classico ‘tutto e subito’. Vediamo quanto bisogna correre per dimagrire.

Correre per dimagrire: da dove iniziare?

Correre per dimagrire, ovviamente senza esagerare, è possibile. Si tratta, infatti, di uno degli allenamenti migliori perché coinvolge quasi tutti i muscoli ed è un’attività cardio ad alta intensità. Di conseguenza, consente di bruciare molte calorie. Come in tutti gli sport, prima di iniziare a dedicarvi al footing è consigliata una visita medica. Soltanto con il parere positivo del dottore, potete pensare ad un piano di allenamento settimanale ad hoc.

Innanzitutto, chiariamo subito che correre fa dimagrire, certo, ma bisogna sempre associare allo sport una sana alimentazione. Inutile abbuffarsi di cibo spazzatura e poi sudare le cosiddette sette camice. Non solo, in vista di un programma di allenamento volto alla perdita di peso, è bene mettere in tavola cibi, acqua compresa, che diano la giusta forza per affrontare le corsette.

Se siete alle prime armi, non iniziate subito con la corsa, ma con la camminata veloce. In questo modo, aiuterete il corpo ad abituarsi allo sforzo, specialmente se ci sono chili di troppo. Inoltre, stabilite un programma di allenamento settimanale e cercate di rispettarlo, anche quando non ne avete voglia. Se vi state chiedendo quanto correre per dimagrire, sappiate che bastano anche 2-3 volte alla settimana per ottenere risultati più che soddisfacenti. Ricordate sempre che il corpo ha bisogno del giusto riposo, anche per buttare via qualche kg. In ogni modo, con il running si brucia circa 1 Kcal per peso corporeo per ogni chilometro percorso.

Running: allenamento per dimagrire

Un programma corsa per dimagrire può anche prevedere l’alternanza, in un’unica sessione, tra footing e camminata veloce. Cercate, però, di mantenere sempre la stessa velocità. Nei giorni in cui non vi allenate, fate un po’ di esercizi a corpo libero, in modo da aiutare il corpo ad avere una resistenza maggiore.

La prima settimana potete correre per un totale di 20 minuti, alternando 5 minuti di camminata a 5 di corsa. La seconda settimana, invece, si alza un po’ l’asticella: allenamento di 26 minuti, di cui 8 minuti di corsa e 5 di camminata, ovviamente da alternare. Infine, la terza settimana dovrete correre per 28 minuti, di cui 10 di corsa e 4 di camminata, mentre la quarta salirete a 36 minuti, 15 di corsa e 3 di camminata. Il trucco, come avrete facilmente intuito, è aumentare in modo graduale il tempo per correre e diminuire quello per camminare.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 27-05-2022


Cheratosi pilare: di cosa si tratta e quali sono le cure

Perdite trasparenti in gravidanza: perché arrivano e come comportarsi